Shares 0 Views
00:00:00
22 Nov

Cannabis: arriva l’ok alla camera per l’uso medico

Emanuele Calderone
20 ottobre 2017
ok per la legge sull'utilizzo di cannabis

Con grande –e a detta di qualcuno colpevole- ritardo rispetto a tanti altri paesi del mondo Occidentale, anche l’Italia sembra stia facendo un passo avanti per quel che riguarda l‘uso medico della cannabis. Il 19 Ottobre 2017, infatti, la Camera ha dato l’ok: la legge è passata con un’amplissima maggioranza che ha visto 317 sì, 40 no e appena 13 astensioni. Il testo dovrà ora essere esaminato da Senato del Repubblica.

La legge è comunque molto restrittiva e prevede svariati paletti, così che nessuno ne possa abusare. Il medico potrà prescrivere medicinali a base di cannabis per terapia del dolore e altri impieghi; tale terapia non potrà comunque durare più di 3 mesi. I farmaci saranno a carico del servizio sanitario nazionale solo laddove vengano impiegati per i casi approvati dal ministero della Salute. Per quel che concerne la produzione della marijuana, sarà coltivata e distribuita dallo Stabilimento chimico farmaceutico militare di Firenze; solo in casi eccezionali essa potrà essere importata e coltivata altrove. Le risorse destinate alla coltivazione sono pari a 1 milione e 700 mila euro. Non mancheranno i controlli: le regioni e le province dovranno infatti rendere conto all’Istituto superiore di sanità riguardo all’utilizzo di cannabis a scopo terapeutico.

La maggioranza pare soddisfatta del traguardo raggiunto e molti deputati hanno speso parole di elogio, anche se qualcuno sperava in “qualcosa in più”. Il senatore di Forza Europa, Benedetto della Vedova, ha dichiarato “È una sconfitta per l’Intergruppo e mia personale perché non siamo riusciti a portare in aula e far votare quel testo sulla legalizzazione. Ma è innanzitutto una responsabilità del PD, diviso al proprio interno, e che non ha voluto litigare con i compagni di cordata della coalizione di governo di Ap”. Critici anche i deputati del Movimento 5 Stelle.

Insomma, nonostante non tutti siano pienamente soddisfatti, va segnalata la volontà di smuovere un minimo la situazione.

[fonti articolo: wired.it, repubblica.it, lastampa.it, tgcom24.mediaset.it]

[foto: lastampa.it]

Vi consigliamo anche