Chiacchiere di Carnevale, la ricetta per prepararle in modo semplice (e light)

Come si preparano i dolci tipici del periodo delle maschere: ecco la ricetta facile e veloce delle chiacchiere, adatta anche a chi sta attento alle calorie

Non c’è Carnevale che si rispetti senza le gustosissime chiacchiere (seppur declinate in appellativi diversi a seconda della regione di appartenenza).
I famosi dolci dalla fragranza unica, leggeri seppur fritti (ma c’è sempre la variante light al forno) sono tipici del periodo delle maschere e riempiono la casa di ottimi profumi oltre a mettere allegria per le loro forme irregolari e creative. Ma come prepararle in modo semplice?

Pur senza seguire i saggi consigli dell’Artusi (che aggiungeva anche due cucchiai di acquavite all’impasto) le chiacchiere si possono preparare in modo facile e veloce – e senza burro e al forno contano solo 200 calorie a porzione!

Ingredienti:
500 gr. Farina bianca tipo 00
80 gr. Zucchero semolato
3 Uova
70 gr. Burro (oppure, a piacere, due cucchiai di olio extravergine di oliva)
Scorza arancia o limone
1 pizzico di sale

Preparazione:
Sciogliere lentamente il burro sulla fiamma bassa. Disporre a parte la farina a montagna aprendo un cuore al centro dove sbattere le uova e lo zucchero amalgamando bene. Aggiungere il burro, il sale e le scorze mescolando delicatamente la crema e raccogliendo via via la farina intorno la farina fino a creare un impasto più solido. Continuare a lavorarlo a mano per una decina di minuti.
Preparare la teglia con della carta forno sul fondo. Tagliare la pasta in panetti più piccoli – grandi quanto un’arancia – ciascuna da appiattire fino a mezzo centimetro per formare rettangoli da tagliare con una rotellina dentellata lunghi 15-20 centimetri l’uno e con all’interno altri due tagli paralleli all’interno e tra loro equidistanti seguendo il lato lungo.
Riporre i rettangoli delicatamente l’uno accanto all’altro nella teglia prima di infornare per 15 minuti a 180 gradi in forno statico. Spolverare di zucchero a velo terminata la cottura …e buon appetito.

[foto: Benessere.atuttonet.it]