La terribile versione francese della carbonara: arriva la risposta romana

È difficile proporre varianti di un superclassico come la pasta alla carbonara, da sempre piatto storico della capitale. I francesi ci hanno provato ma hanno perso

La carbonara alla francese? Meglio di no, grazie. Non è piaciuta la versione francese di una storica ricetta romana: la pasta alla carbonara. E non è piaciuta non solo agli italiani e ai romani ma anche ai cugini d’Oltralpe che hanno provato ad azzardare una variante così rischiosa.

Nel ristorante “Da Angelina”, sito nel quartiere romano di Testaccio, proprio non hanno mandato giù la “carbonara alla francese”, proposta qualche giorno fa su un sito web della grandeur, e che ha destato subito la disapprovazione italiana. Lo chef del ristorante capitolino è rimasto sbigottito dinanzi alla preparazione delle farfalle cotte assieme alla pancetta e poi guarnite con un uovo crudo.

Ma quali sono i veri ingredienti della carbonara e come si prepara? Gli ingredienti per preparare una vera pasta alla carbonara sono pochi e buoni: uova, guanciale senza peperoncino, pepe, pecorino e spaghetti. Cucinare questo piatto non è difficile ed anche i meno bravi possono cimentarsi nel far rosolare il guanciale, senza olio, in una padella, mentre gli spaghetti si cuociono in abbondante acqua salata.

Durante la cottura della pasta si sbatte poi un tuorlo d’uovo in un recipiente e si aggiunge quindi il pecorino per addensare la crema e una spruzzata di pepe. Una volta scolata e saltata la pasta nella padella con il guanciale bisogna spegnere il fuoco e unire la pasta e il guanciale nel recipiente con la salsa a base d’uovo e pecorino. Mescolare per bene tutto, aggiungendo anche un po’ dell’acqua di cottura per ottenere un composto più morbido, e servire subito la pasta alla carbonara prima che si raffreddi (questa procedura va svolta in tempi rapidi affinché l’uovo si scotti appena). Buon appetito!

(Immagine: www.sfumaturevarie.it)