Otto ricette per Natale da Nord a Sud: i Cappelletti in brodo

Elencarle tutte sarebbe impossibile ecco perché ne abbiamo scelte dieci simboliche. Questa è la volta dei cappelletti in brodo!

Un’altra regione, un altro classico: dall’Emilia Romagna i cappelletti in brodo. Pasta artigianale, costituisce assieme ai tortelli e i ravioli, un elemento tipico di questa zona d’Italia. Il cappellotto, definito anche come “l’ombelico di Venere”, è però conteso tuttora tra gli emiliani e i romagnoli: in Emilia dicono d’averlo inventato loro, stessa cosa professano in Romagna (l’unica differenza è che in quello romagnolo non c’è il ripieno di carne, un particolare che va incontro ai vegetariani). Inutile perdere tempo nel cercare l’orgine geografica del primo inventore dei cappelletti; tanto vale prepare un ottimo brodo di carne per poi gustarli durante il pranzo di Natale.

Per quanto riguarda i cappelletti, potete comperarli freschi o preparali direttamente in casa, realizzando sia la sfoglia a base di acqua, farina, uova e sale che il trito di carne mista  con cui fare il ripieno – pollo, maiale, vitello, prosciutto crudo e mortadella. Per la sera della vigilia viene solitamente cucinata la versione ravennate, quella “di magro”, con l’utilizzo di un misto di formaggi per il ripieno: ricotta o formaggio vaccino fresco con un po’ di Parmigiano o Grana.

Ingredienti (per quattro/cinque persone):

Per il brodo:

  • 500 grammi di polpa di manzo;
  • 500 grammi di polpa di vitello;
  • ½ gallina;
  • 1 cipolla;
  • 1 carota;
  • 1 gambo di sedano;
  • 1 pomodoro;
  • chiodi di garofano;
  • alloro;
  • sale;
  • pepe in grani.

Preparazione:

Iniziate con il fiammeggiare la gallina per poi porla assieme all’altra carne in una pentola grande con 1,5 litri d’acqua e una presa di sale. Cuocete a fiamma dolce e non appena inizia il bollore unite anche le verdure, qualche grando di pepe e una foglia d’alloro. Continuate la cottura per un’ora e mezza, togliendo di tanto in tanto la schiuma che affiora in superficie.

Prima della fine cottura buttate i cappelletti affinché si cuociano nel brodo di carne. Servite con una spolverata di parmigiano su ogni portata.

I cappelletti in brodo sono pronti: Buon Appettito!

(Immagine: www.tipicoatavola.it)