Otto ricette per Natale da Nord a Sud: il Capitone

Elencarle tutte sarebbe impossibile ecco perché ne abbiamo scelte dieci simboliche. Questa è la volta del Capitone!

Scendiamo al Sud per scoprire una tipica ricetta napoletana: il capitone, ovvero l’anguilla in umido. La sua preparazione si perde nella notte dei tempi ed è da sempre presente sulle tavole napoletane, e non solo, durante le feste natalizie. Un piatto con il quale, in passato, si credeva si potesse allontanare il male vista la somiglianza del capitone con il serpente, che da sempre nella simbologia cristiana rappresenta il demonio. Mangiandolo, secondo la tradizione, si allontanava il male. La sua preparazione non è difficile, andiamo a vedere come si cucina!

Ingredienti (per sei persone):

  • 1 capitone di circa 900 grammi;
  • 4 foglie d’alloro;
  • 2 cipolle;
  • 1 chilo di pomodori San Marzano;
  • ½ bicchiere d’olio d’oliva;
  • 1 rametto di basilico;
  • una manciata di prezzemolo;
  • 1 bicchiere di vino bianco;
  • sale;
  • pepe in grani.

Preparazione:

Partite con la pulizia del capitone che consiste nel togliere la testa, l’estremità della coda e le interiora. Tagliatelo poi a pezzi e sminuzzate i pomodorini che dovrete cuocere con un po’ d’olio, basilico e un pizzico di sale per circa quaranta minuti. A fine cottura passate i pomodori.

Prendete poi un tegame grande in cui far scaldare un po’ d’olio ed aggiungete  il trito di cipolle e prezzemolo. Dopodiché unite al trito i pezzi di anguilla e fateli risolare per circa 5 minuti dopo averli debitamente salati e pepati.

Irrorate il capitone con del vino bianco e dopo averlo fatto sfumare aggiungete la salsa di pomodoro cotta precedentemente. Lasciate cuocere per 15 minuti a ffiamma dolce e mescolando di tanto in tanto.

A fine cottura adagiate il capitone in un bel vassoio da portata e presentatelo ai vostri ospiti.

Il capitone è pronto: Buon Appettito!

(Immagine: www.cucinarepesce.com)