Otto ricette per Natale da Nord a Sud: la Spigola all’acqua pazza

Elencarle tutte sarebbe impossibile ecco perché ne abbiamo scelte dieci simboliche. Questa è la volta della spigola all’acqua pazza!

La spigola è tra i pesci più ricercati del nostro mare per la sua ottima carne, soda e pregiata, che rimanda un gusto molto delicato. È adatta a diversi tipi di cottura e ben si presta al cenone della vigilia, basato soprattutto sul pesce. In questa ricetta è preparata all’acqua pazza.

Ingredienti (per quattro persone):

  • 1 spigola da un chilo;
  • 1 cucchiaio di capperi;
  • 2 cucchiai di olive nere;
  • 300 grammi di pomodoro pachino;
  • 1 cucchiaio di pinoli;
  • 1 bicchiere di vino bianco;
  • una manciata di prezzemolo;
  • aglio;
  • olio;
  • peperoncino;
  • sale.

Preparazione:

Iniziate con il pulire la spigola togliendo le interiora e le squame, sempre che non siate fortunati e tale operazione, soprattutto per i delicati di stomaco, non l’abbia già fatta il pescivendolo di fiducia!

Riponetela poi in un tegame grande con l’olio, l’aglio, il peperoncino e innaffiatela con mezzo bicchiere di vino bianco. Fatela cuocere a fiamma dolce per un quarto d’ora con coperchio.

Passato il quarto d’ora girate il pesce e aggiungete le olive, i capperi desalati, i pomodori pachino, i pinoli e un altro mezzo bicchiere di vino bianco. Una spolverata di sale e lasciate cuocere per un’altra mezzora ma stavolta senza coperchio. Controllate di tanto in tanto la spigola e in caso dovesse risultare troppo asciutta, con il rischio di attaccarsi al fondo del tegame, aggiungete ulteriore vino o acqua.

A cottura ultimata, prima di servire, cospargete con del prezzemolo fresco tritato.

La spigola all’acqua pazza è pronta: Buon Appetito!

(Immagini: www.lacaladellelampare.it)