Come preparare il carbone (dolce) per l’Epifania

Ecco la ricetta per preparare un po' di carbone dolce, ideale per la calza dell'Epifania, nero o a colori. Basta un poco di zucchero...

Alla fine se lo meritano tutti. E tutti mangiano volentieri un pezzettino di carbone dolce quasi ad espiare le proprie colpe. Dedicato quindi a chi non è stato esemplare e ai golosi, ecco il dolce tipico dell’Epifania in poche semplici mosse (ma sono ammesse eventuali varianti suggerite da amici o parenti).

Innanzitutto gli ingredienti: zucchero a velo (un etto potrebbe essere sufficiente), mezzo chilo di zucchero raffinato, 1 cucchiaio di alcool alimentare o di liquore ad alta gradazione, un albume ed alcuni coloranti alimentari (si comprano online su anche in negozi come ) per farlo nero, ma potete liberare la fantasia ed acqua.

Si comincia versando lo zucchero semolato (solo 300 grammi iniziali) in una teglia da poter poi mettere sul fuoco (smaltata o d’acciaio) e due bicchieri di acqua fredda entro sui mescolare fino a che lo zucchero non sarà del tutto sciolto. Solo dopo accendere a fuoco medio poi, aspettare una decina di minuti perché lo zucchero diventi di colore biondo.

Intanto, passando alla glassa, si monta l’albume a temperatura ambiente, si versano i 200 grammi di zucchero rimanenti e si aggiungono gli altri ingredienti (zucchero a velo, alcool e solo una punta di un cucchiaino da caffè di colorante in polvere). Amalgamato tutto l’impasto che verrà abbastanza denso, si aggiungerà direttamente in pentola al caramello mescolando in modo vigoroso. Il composto, sempre a fuoco basso, comincerà a lievitare leggermente mentre girate, creando delle bolle.
In uno stampo alto (l’ideale è quello per il pane a cassetta) con i bordi di almeno 4-5 cm, versate l’impasto e schiacciatelo perché si compatti perfettamente all’interno dello stampo.

Lasciando raffreddare il tutto, dopo qualche ora si potrà togliere dallo stampo e spaccare grossolanamente in piccoli frammenti…di carbone.

 

[foto: Veloraccomangio.altervista.org]