Ricette d’autunno: pappardelle al ragù di cinghiale e porcini

Un altro modo di arricchire il ragù e condire le pappardelle nella stagione autunnale

La ricetta si prepara in poco tempo, circa 40 minuti, e scalda con tutto il suo sapore deciso e selvatico, tipico della carne di cinghiale, le nostre tavole. Chi volesse stemperare il sapore selvatico della carne di cinghiale, può lasciarla marinare nel vino per un’intera notte, assieme ai chiodi di garofano, alle foglie d’alloro e ai grani di pepe nero. Dopo la marinatura si elimina il vino e le spezie e si procede con la preparazione del ragù. Ma il modo migliore per gustare appieno tutto il sapore e le caratteristiche di questa carne rimane quello di evitare qualsiasi marinatura e cucinarla così com’è!

Ingredienti per quattro persone:

400 grammi di pappardelle;

350 grammi di funghi porcini;

400 grammi di carne di cinghiale tritata;

3 cipolle;

2 spicchi d’aglio;

1 manciata di prezzemolo;

Olio d’oliva q.b;

Pepe q.b;

2 foglie di alloro;

200 ml di brodo di carne;

Origano q.b.

Preparazione:

Per prima cosa pulire i funghi e tagliarli a fette e poi sbucciare la cipolla e l’aglio. Tritare quest’ultimo con il prezzemolo e tagliare a fettine sottili la cipolla. In un tegame capiente scaldare un po’ d’olio d’oliva per poi inserirvi la carne di cinghiale macinata e farla dorare a fiamma vivace. Aggiustare di sale e pepe, aggiungere le foglie d’alloro e bagnare con il brodo di carne. Lasciare cuocere per circa venti minuti a fiamma moderata e facendo evaporare quasi tutto il liquido.

Nel frattempo mettere un altro po’ d’olio in un’altra padella, all’interno della quale far friggere i funghi a fiamma moderata. Aggiungere la cipolla, l’aglio e il prezzemolo e aggiustare di sale e pepe. A fine cottura del ragù unire la carne e lasciar amalgamare per qualche minuto. Infine, unire anche le pappardelle e mescolare per bene. Impiattare guarnendo con l’origano e servire in tavola le pappardelle al ragù di cinghiale e porcini!

(Immagine: ricette.giallozafferano.it)