Attenzione alla truffa della ruota bucata: ecco come funziona

La Polizia di Stato spiega come funziona la truffa della ruota bucata e dà alcuni consigli agli automobilisti al fine di non farsi raggirare

Gomma a terra per finta: automobilista avvisato, automobilista mezzo salvato. I disonesti se ne inventano di tutti i tipi per raggirare il prossimo, come nel caso della truffa della ruota bucata, di cui esistono ben due varianti, entrambe con lo stesso fine di derubare il malcapitato di turno.

Il primo consiglio è di non tenere mai oggetti di valore nella vostra auto, così da tenere lontani eventuali ladri.

Come funziona? Ecco la prima tecnica con l’auto parcheggiata. Questa vecchia tecnica vede il truffatore avvicinarsi ad una macchina di un certo valore al fine di bucare uno dei pneumatici. Una volta tornato il proprietario si svolge la vera e propria messa in scena: l’automobilista inizia a cambiare la gomma e il truffatore si avvicina per dargli una mano, con la reale intenzione di sfilargli il portafoglio o svuotargli interamente l’auto, quando accompagnato anche da altri “colleghi” (oggetti di valore presenti sui sedili, nel vano della portiera del lato opposto).

La seconda tecnica con l’auto in movimento. La materia di teorie e tecniche del raggiro automobilistico prevede, nel suo grande manuale, anche un’ulteriore tecnica della gomma bucata. In questo caso, un’auto si avvicina in movimento e segnala all’ignaro automobilista che ha una gomma a terra. La gomma potrebbe davvero essere a terra perché precedentemente bucata dagli stessi truffatori, quando era parcheggiata, e costringere così l’automobilista a dover fare una sosta di emergenza per cambiarla. E qui entrano in gioco i truffatori, proponendosi di dare una mano per sostituirla. Una mano tira l’altra, ed ecco che l’auto si ritrova ripulita di tutti gli eventuali oggetti di valore presenti al suo interno.

I consigli della Polizia di Stato. La Polizia di Stato, attraverso la pagina social Facebook “Agente Lisa mette in guardia gli automobilisti, pur invitando a non dubitare di chiunque: “non guardare tutti con diffidenza, ma se la vostra auto ha una ruota a terra, ricordate che lo sterzo “tira” verso un lato e anche abbastanza decisamente. Se invece non sentite granché, allora ringraziate dal finestrino e andate direttamente da un gommista o in una stazione di servizio e fate verificare”.

(Immagine: www.robadapazzi.com)