0 Shares 27 Views
00:00:00
14 Dec

Auto 4×4: i modelli Suzuki entrati nella storia

La Redazione
2 febbraio 2014
27 Views
auto 4x4 suzuki-samurai

Suzuki è uno dei marchi storici dell’automobilismo giapponese: alcuni dei modelli di auto 4×4 della casa nipponica sono entrati di diritto nella storia.

La Suzuki venne fondata ad Hamamatsu nel 1909 e si è convertita molto rapidamente in una delle industrie leader in Giappone nella produzione di auto, moto e aerei da guerra.
Dopo la fine della seconda guerra mondiale, l’azienda ha conosciuto uno sviluppo senza precedenti, affermandosi come uno dei marchi leader a livello planetario, sia per quel che riguarda le auto sia per quel che concerne le moto.

A causa della particolare conformazione orografica delle isole dell’arcipelago nipponico, ricche di rilievi di notevole altezza al loro interno, Suzuki si è specializzata nella produzione di veicoli a quattro ruote motrici, affermandosi ben presto come azienda asiatica leader nel settore della trazione integrale.
Uno dei modelli sicuramente più celebri di Suzuki è il Jimny: prodotto per la prima volta nel 1968, viene rinnovato nel 1981 e nel 1997. La terza serie è in produzione ancora ai giorni nostri ed è considerato uno dei migliori fuoristrada 4×4 compatti del mondo.

Un’altro modello di successo è il Suzuki SJ: prodotto tra il 1982 e il 1989 come evoluzione del SJ80, ottenne un grande successo presso gli automobilisti europei. I modelli per l’Europa, per abbattere i costi di trasporto e per azzerare le spese doganali vennero fabbricati in Spagna e ribattezzati con il nome di Suzuki Santana.
Inizialmente equipaggiato con un propulsore da 970 cc, il Suzuki SJ / Santana viene poi dotato con un più vivace motore da 1.3 litri, venendo migliorato verso la fine della serie con l’adozione dell’iniezione elettronica.

L’evoluzione del Suzuki SJ, il Samurai, ottiene un crescente successo, rimanendo in produzione per oltre quattordici anni, dal 1989 sino al 2003.
Dal 1992 viene equipaggiato con un motore a benzina ad iniezione elettronica 1.3 da 69 cavalli, che coniugava prestazioni di rispetto con consumi ridotti e bassi costi a livello di bollo e assicurazione. Queste particolarità, unite all’efficienza e alla robustezza del fuoristrada giapponese, consacrarono Suzuki come un punto di riferimento a livello mondiale nel settore dei 4×4.

Il Samurai viene prodotto ancor’oggi su licenza dalla Maruti: la casa indiana lo commercializza con il nome di Gipsy.
Un altro modello leggendario Suzuki è il Vitara: lanciato nel 1989, dopo vari restyling è in produzione ancor’oggi.
Equipaggiato inizialmente con vigorosi motori 1.6 otto valvole a benzina e 1.9 diesel (prodotto da Peugeot), nel corso degli anni ha visto un miglioramento dei propulsori, con l’introduzione di 1.6 sedici valvole e 2.0 turbo diesel.

Nel 1999 viene affiancato dal ‘fratello maggiore’ Grand Vitara. Il Grand Vitara, nella sua versione da competizione, ha ottenuto il record di ascesa sulla celebre salita di Pikes Peak, in Colorado.

L’ultimo modello lanciato da Suzuki è il SX4: prodotto dal 2006, si è distinto nelle competizioni mondiali rally e ha ottenuto un eccellente successo commerciale.
Suzuki, marchio storico dell’automobilismo nipponico, ha prodotto alcuni dei modelli di auto 4×4 entrati di diritto nella storia.

Loading...

Vi consigliamo anche