Auto usate: 5 consigli per non sbagliare l’acquisto

Acquistare un auto usata richiede molta attenzione e la verifica di un esperto, onde evitare di incappare in qualche brutto affare...

Comprare un auto usata richiede un investimento non solo economico ma anche di tempo. È importante passare in rassegna le migliori offerte e vagliare diversi aspetti prima di proseguire con l’acquisto. Ecco cinque utili consigli per non sbagliare!

1) Mi serve un auto usata per…? La prima domanda da porsi è quella relativa all’effettivo utilizzo del veicolo usato che si vuole acquistare. Come in tutte le cose, bisogna avere chiaro a cosa servirà l’auto: è inutile provare un suv se si sta cercando un’utilitaria per spostarsi comodamanete in città o per brevi tragitti. Una volta risposto alla domanda “che tipo di auto mi serve?”, è bene poi passare alla definizione del budget a disposizione. Avendo chiari questi due primi obiettivi, la ricerca sarà più veloce e non si perderà del tempo prezioso;

2) Acquisto dal venditore privato o dal concessionario? Se si acquista un’auto da un privato è fondamentale prestare attenzione a come si presenta l’auto, al suo valore reale e alla presenza di tutti i documenti necessari. Questi ultimi sono il certificato di proprietà, la carta di circolazione, l’assicurazione, il libretto dei tagliandi, fatture di eventuali riparazioni, le ricevute del pagamento dei bolli ed eventuali codici di emergenza. Se si acquista presso un concessioanrio, è preferibile rivolgersi a quelli che aderiscono ai sistemi di usato sicuro e garantito (le auto usate prima della vendita vengono controllate ed eventualmente sistemate);

3) Verificare i chilometri dell’auto usata. Un aspetto non meno importante di quelli precedenti ovvero la verifica del numero di chilometri percorsi dall’auto usata. Bisogna fare attenzione affinché il contachilometri non sia stato manomesso e indichi quindi un chilometraggio più basso rispetto a quello realmente effettuato dalla vettura. A tal fine richiedere sempre i tagliandi e la documentazione relativa alla manutenzione svolta, oltre a svolgere un attento controllo della meccanica;

4) Un meccanico per verificare lo stato della macchina. Un esperto esterno, come un meccanico di fiducia, saprà certo verificare in che stato si trovi la vettura usata che si vorrebbe acquistare. Questo è il passaggio più importante da compiere e sul quale è bene non correre. L’ultima parola, prima di fare un giro di prova, spetta proprio al meccanico;

5) Giro di prova, c’è l’abbiamo quasi fatta! Se la vettura supera la verifica del meccanico non rimane che fare un ulteriore giro di prova. E questo giro, rispetto al primo fatto senza avere l’assenso del meccanico di fiducia, lo si fa solitamente a cuor più leggero e pensando di avere già la vettura parcheggiata in garage. Per stare ancora più sereni lo si può fare con il meccanico e valutare ulteriormente la presenza di eventuali rumori, la frenata, le sospensioni e, cosa non meno importante, come ci si trova alla guida della vettura.

(Immagine: www.real-car.it)