0 Shares 16 Views
00:00:00
11 Dec

Auto aste giudiziarie: alto valore commerciale al prezzo più basso

La Redazione
2 febbraio 2014
16 Views
auto aste giudiziarie

Sfruttare le aste giudiziarie per acquistare auto di alto valore commerciale a prezzo molto più basso di quello reale è un’ottima opportunità per risparmiare cifre notevoli al momento di cambiare la propria vettura.

Le aste giudiziarie sono delle procedure pubbliche in cui vengono messi in vendita tutti i beni appartenenti ad una ditta individuale o ad una società che hanno dichiarato il loro fallimento. I beni messi all’asta servono a raccogliere denaro per pagare tutti i creditori della società fallita. Nel caso l’importo raccolto non raggiungesse la somma effettivamente dovuta, il denaro ricavato dall’asta giudiziaria viene ripartito in maniera proporzionale tra i vari creditori, a seconda del credito vantato.
I beni pignorati per ordine del giudice vengono messi all’asta.

Una parte non trascurabile dei beni pignorati e messi all’asta è composta da veicoli.
I creditori, per ovvie necessità di monetizzare il prima possibile, spesso propongono prezzi di vendita decisamente inferiori a quelli di mercato. Per quel che riguarda le auto di grossa cilindrata, più difficili da vendere, i prezzi possono essere inferiori del 30 o del 40 % rispetto ai valori di mercato.
Le aste giudiziarie sono aperte al pubblico. Le autorità comunicano periodicamente date e luoghi in cui si svolgono le aste in ogni provincia.
Quando inizia un’asta giudiziaria, il banditore comunica il prezzo base e il rilancio minimo. Chi fa l’offerta più alta si aggiudica il mezzo.

Bisogna considerare che le auto vengono vendute senza nessun tipo di garanzia e che è impossibile effettuare qualsiasi tipo di controllo o prova su strada.
Di conseguenza, ci si mette di fronte al rischio di spendere cifre decisamente superiori al valore reale dell’auto.
Nel caso sull’auto gravino fermi amministrativi, ipoteche o sequestri, il compratore dovrà recarsi presso gli uffici competenti per far ‘spurgare’ il veicolo e regolarizzarne la posizione, a proprie spese.

In ogni caso, il primo passo da fare dopo aver comprato l’auto è recarsi presso la Motorizzazione Civile della provincia di residenza per effettuare un passaggio di proprietà. In assenza di documentazione, l’atto di acquisto all’asta giudiziaria, firmato dal banditore, è sufficiente per chiedere un duplicato del libretto di circolazione originale e poter quindi procedere con la nuova immatricolazione.

In ogni caso, nonostante i rischi, le aste giudiziarie rappresentano un’opportunità eccellente per comprare auto ad alto valore commerciale ad un prezzo sensibilmente più basso.

Vi consigliamo anche