0 Shares 21 Views
00:00:00
18 Dec

Auto aste giudiziarie: consigli su come partecipare

La Redazione - 30 gennaio 2014
La Redazione
30 gennaio 2014
21 Views
auto aste giudiziarie

Partecipare alle aste giudiziarie per comprare un’auto può risultare estremamente conveniente: seguendo alcuni semplici consigli è possibile fare affari d’oro e mettere in garage veicoli in ottimo stato pagandoli sino alla metà del loro valore di mercato.

Le aste giudiziarie sono delle procedure pubbliche previste dall’attuale normativa legislativa italiana sui fallimenti.
Concretamente, quando un’azienda, una società o una ditta individuale non sono più in grado di far fronte ai loro debiti contratti con terze persone o società, il tribunale decreta l’avvio della procedura di fallimento. Tutti i beni immobili, i veicoli e le attrezzature intestate al soggetto fallito vengono pignorati e messi all’asta per raccogliere denaro da utilizzare per pagare i creditori.

Una parte non trascurabile di beni pignorati è composta da automobili e da altri veicoli a motore intestati all’azienda fallita.
Dato che i creditori cercano generalmente di monetizzare il prima possibile per recuperare il denaro che il soggetto fallito deve loro, i prezzi base delle aste giudiziarie risultano ovviamente considerevolmente più bassi del valore di mercato del bene messo in vendita.
Questa diminuzione di prezzi è ulteriormente accentuata per i veicoli. Le auto infatti, come è noto, vedono il loro valore di mercato diminuire molto rapidamente: di conseguenza, un ritardo nella vendita di qualche mese potrebbe portare a una svalutazione del veicolo di diverse centinaia o migliaia di euro, con tutti gli effetti negativi per i creditori che questo comporta.

Partecipare alle aste giudiziarie per acquistare un’auto risulta molto conveniente, soprattutto per quel che riguarda i veicoli di lusso o di grossa cilindrata.
Le aste giudiziarie sono procedure pubbliche: date e luoghi di svolgimento vengono pubblicati nelle apposite bacheche e in rete, suddivise per provincie di riferimento.
Per partecipare alle aste giudiziarie è consigliabile presentarsi ben consapevoli del proprio budget massimo di spesa. Una volta stabilite le cifre a disposizione si dovrebbe suddividere il denaro in due parti: una cifra indicativa da spendere e una quota extra da poter utilizzare solamente se il veicolo risulta interessante.
Può risultare utile munirsi di una rivista del settore per confrontare i prezzi dei veicoli in vendita e stabilire così quali risultino più convenienti da acquistare al momento dell’asta.

Dato che i veicoli vengono venduti con la formula del ‘visto e piaciuto’ è poi utile informarsi presso i vari concessionari del prezzo per un tagliando standard: così facendo si potrà avere un’idea più precisa sulle spese minime che si dovranno sostenere dopo aver acquistato l’auto, valutando quali siano le marche più convenienti.

Seguendo questi consigli su come partecipare alle aste giudiziarie di auto si possono fare letteralmente affari d’oro.

Loading...

Vi consigliamo anche