Incentivi auto 2014 su GPL, metano, ibride: le ultime notizie

Ancora nessuna novità sulla possibilità di incentivi auto statali per il rinnovo del parco automobilistico degli italiani

Gli incentivi auto statali per l’anno 2014, nonostante l’annuncio del ministro Lupi, non sono ancora stati attivati. Le agevolazioni fiscali per l’acquisto di auto ibride, metano e GPL continuano a farsi attendere, con tutte le drammatiche conseguenze per il settore automobilistico e per l’indotto.

Gli automobilisti italiani e le aziende del settore continuano a chiedersi quando saranno realmente attivati gli incentivi fiscali per l’acquisto di una nuova auto ibrida, a metano o GPL.
Nonostante il ministro Lupi poche settimane fa avesse annunciato il lancio di un massiccio piano di agevolazioni volto a favorire lo svecchiamento del parco auto italiano – sia pubblico che privato – i fondi per gli incentivi non sono ancora stati stanziati.

Pavan Bernacchi, numero uno di Federauto, ha attaccato duramente il ministro, invitandolo ad “astenersi da qualsiasi anticipazione mediatica sino a che non si abbia la certezza di poter mantenere quel che si dice”, sottolineando come il settore automobilistico durante il mese di agosto abbia fatto registrare un drammatico ulteriore calo delle vendite.

Il ministro Lupi aveva prefigurato un massiccio piano di incentivi statali, forniti sotto forma di riduzioni fiscali.
L’idea del ministro del Governo Renzi era quella di utilizzare lo stesso schema che ha avuto un certo successo con le ristrutturazioni edilizie.
Il piano di incentivi avrebbe favorito soprattutto i proprietari di veicoli appartenenti alle categorie Euro 0, Euro 1 ed Euro 2.

Gli incentivi che il Governo ha lanciato qualche mese fa per il 2014, volti a favorire l’acquisto di auto a GPL, metano e ibride, si sono esauriti nel giro di pochissimi giorni, soprattutto a causa del ridotto importo stanziato.
Il nuovo piano di incentivi, che le associazioni dei costruttori e dei venditori di auto italiani stanno sollecitando a gran voce, potrebbe dare un insperato colpo all’economia italiana, facendola ripartire mettendo in moto un circolo virtuoso in grado di avere effetti positivi anche su altri settori.

Ma, nonostante le pressioni e le richieste, all’interno del testo del decreto ‘Sblocca Italia’ non si menzionano gli incentivi fiscali.
Ora la domanda riguarda il fatto che le agevolazioni fiscali per acquistare automobili siano sparite per sempre o vengano attivate in un secondo momento.
Filippo Pavan Bernacchi, leader di Federauto, ha sottolineato come probabilmente gli incentivi non verranno concessi nemmeno in futuro, dato che la volontà politica è quella di non stanziare denaro e che, soprattutto, non sono garantite nemmeno le coperture finanziarie necessarie.

Nonostante i grandi benefici che gli incentivi apporterebbero all’Italia – sia dal punto di vista economico-occupazionale, sia da quello ambientale – secondo Pavan Bernacchi il Governo non concederà gli incentivi statali per l’acquisto di auto a metano, ibride e a GPL.