Come risparmiare sulla benzina: la mappa dei distributori meno cari

Dove si può fare benzina risparmiando? Due siti ci aiutano nella ricerca delle stazioni di servizio più vicine e più economiche

Benzina meno cara. Per gli automobilisti e tutti coloro che usano la macchina per spostamenti più o meno lunghi, continua il periodo d’oro con ribassamenti del prezzo del greggio lungo tutto lo stivale. Secondo quanto riportato a Check-Up Prezzi di Quotidiano Energia, nel campione di impianti che rappresenta la situazione nazionale il prezzo medio della benzina praticato dai distributori nell’area servita, nella giornata di lunedì 12 gennaio, andava dall’1,560 euro al litro di Eni all’1,589 di TotalErg (no-logo a 1,431 euro a litro).

Il diesel corre dall’1,482 euro al litro di Eni all’1,517 al litro di Tamoil (no-logo a 1,341). Il Gpl, il cui prezzo al litro è nettamente inferiore a quello della benzina e del diesel, era tra 0,596 euro al litro di Eni e 0,616 di Shell (no-logo a 0,590). Le punte minime sempre sul servito (no-logo escluse), osservate per tutti e tre i prodotti nel Nord Italia, si attestano a 1,473 euro/litro per la benzina, 1,419 per il diesel e 0,554 per il Gpl.

prezzi-benzina

Sul sito pompebianche.it è possibile individuare le stazioni di servizio indipendenti che non rientrano tra le compagnie di distribuzione di carburante più note. Come recita il sito, “presso queste stazioni di servizio “no logo” normalmente il prezzo non varia a seconda della tipologia di servizio ed è possibile risparmiare fino a 10 centesimi al litro rispetto alla media del servito”.

Prezzibenzina.it. Per risparmiare e tenere sott’occhio i prezzi del carburante si può invece consultare  il sito prezzibenzina.it.  Questo fornisce una mappa dei distributori più economici vicini alla propria posizione. La ricerca si può dettagliare selezionando uno dei vari tipi di carburante (benzina, diesel, gpl e metano).