0 Shares 10 Views
00:00:00
13 Dec

Salone di Detroit 2014: Kia GT4 Stinger, coupé sportiva per intenditori

LaRedazione
14 gennaio 2014
10 Views
Kia GT4 Stinger

Il Salone di Detroit 2014 ha ospitato la presentazione della coupè sportiva Kia GT4 Stinger: si tratta di un prototipo che la stessa casa coreana descrive come il più aggressivo mai costruito finora.

Le caratteristiche tecniche della nuova Kia GT4 Stinger sono impressionanti; il motore turbo è in grado di produrre un picco di potenza pari a  315 cavalli e una volta raggiunta la coppia massima, non si può non apprezzare il turbo a iniezione diretta del quattro cilindri da due litri T-GDI che, come detto, tocca i 315 cavalli.

La Kia GT4 è dotata di un cambio manuale a sei marce munito di innesti ravvicinati, e si fa apprezzare tra l’altro per l’aggressività dello sterzo, reso tagliente e sportivo: i tecnici dell’azienda asiatica sono intervenuti per ridurre al minimo il rapporto di demoltiplicazione.

A disegnare questa coupè sportiva è stato il responsabile del Kia Design Center del continente americano Tom Kearns, già papà dell’estetica della Cross GT e della Trackster. Entrando nel dettaglio delle caratteristiche tecniche, vale la pena di citare le misure di questa diva: la lunghezza di quattro metri e trentuno centimetri risalta ancora di più in considerazione dell’altezza ridotta, pari a un metro e venticinque. La larghezza è, invece, di un metro e ottantanove, mentre il passo tocca i due metri e sessantadue.

Osservando la Kia GT4 Stinger per la prima volta, balzano subito all’occhio i cerchi in lega a dado singolo da venti pollici, dotati di pneumatici Pirelli, categoria P Zero. Una volta saliti a bordo e messa in moto la vettura, si rimane colpiti positivamente dall’efficienza dell’impianto frenante, che può contare su dischi da quindici pollici di diametro.

I montanti anteriori cavi sono stati scelti per migliorare la visibilità: e in effetti la visuale complessiva è di ben 270 gradi. Insomma, anche su strada il prototipo di Kia mette in mostra una lunga teoria di qualità, ivi comprese quelle dell’abitacolo, caratterizzato dai sedili a guscio.

La cura per i più piccoli dettagli si nota anche nella forma del volante, che richiama quella della lettera D, e nella mancanza delle maniglie per aprire le portiere, il cui posto è preso da fettucce. Un led rosso illumina il quadro strumenti, contraddistinto da un design piuttosto minimale, mentre sul pavimento sono presenti elementi in plastica al posto del consueto rivestimento in tessuto.

Insomma, il Salone di Detroit 2014, con la presenza della Kia GT4 Stinger, offre ai visitatori una coupè sportiva a trazione posteriore per veri intenditori: un prototipo che promette bene in vista della messa sul mercato.

Vi consigliamo anche