Come risparmiare e riciclare i materiali più diffusi

Riciclare non solo è utile e divertente ma fa anche risparmiare. Scopri i suggerimenti del web su come rinnovare molti oggetti di scarto

Sono numerosi i siti web che possono aiutare a sapere come riutilizzare quello che abbiamo in esubero. Con alcuni link e grazie ad abilità manuali, si possono riciclare moltissime cose, scovando innumerevoli impieghi per oggetti apparentemente pronti per la spazzatura.

Un soffice sofa da esterno realizzato con pallets

Un soffice sofa da esterno realizzato con pallets

I pallets, solitamente imballati insieme ai grandi elettrodomestici o mobili nei negozi e centri commerciali, accatastati e ben puliti (o magari riverniciati) sono un pezzo fondamentale nell’industrial style che tanto ha spopolato nell’ultimo Salone del Mobile milanese. Ottimi per farne fioriere, come base per un sofa o come tavolino con 4 semplici rotelle sono versatili e facili da assemblare per nuovi usi.

Se invece avete tante bottiglie di plastica in giro e volete riciclarle a modo vostro anziché destinarle solo alla raccolta differenziata, conservatele perché possono essere utili per farne astucci, contenitori per lane o vasi (Decoriciclo). Quello che occorre è qualche fettuccia ed una zip colorata lunga quanto la circonferenza del vostro nuovo contenitore. Oppure come suggerisce GreenMe.it, diventano preziosissime scatolette regalo trasparenti o colorate. Basta seguire delle semplici istruzioni sul sito. Oppure ci sono tutorial su Youtube per trasformarli in splendidi alberi di Natale o fiori decorativi.

Ma anche la cenere dei camini o delle stufe, conservata in barattoli ben chiusi, può essere utilizzata all’occorrenza. Se diluita con poca acqua, diventa una crema che, come sapeva bene anche la nonna, è ideale per lucidare i metalli come l’acciaio e l’argento.

Utile copritazza ricavato da un vecchio maglione

Utile copri-tazza ricavato da un vecchio maglione

E se gli armadi abbondano di abiti che non mettiamo mai? Maglioni e felpe trovano impieghi a non finire secondo i consigli del web, dal copri-tazze al cappello (basta guardare qualche esempio su Nonsprecare.it).
E poi quante volte vi si sono rotte quelle piccole mollette in legno per il bucato? Altra idea riciclo è quella di non buttarle via ma farne porta oggetti o anche contenitori shabby-chic grazie anche al supporto di lattine usate.

Sono poi abiti, oggetti per la casa e giocattoli oltre che materiali comuni, le risorse più diffuse che possono essere destinate a fare anche della sana beneficenza piuttosto che essere bruciati nelle discariche. Anche per questo esiste The Freecycle Network, un circuito ideato da un attivista americano. E’ ormai il punto di riferimento per molti ed ha sedi in moltissime parti del mondo. Così, ad un ciclo di uso e consumo rapido di oggetti, ne può seguire un altro, magari più originale ed utile.

[foto: Flickr.com – Sonia Golemme /101pallets.com / Nonsprecare.it]