0 Shares 15 Views
00:00:00
13 Dec

Festival di Berlino: le polemiche di LaBeouf e Lars Von Trier

Gianfranco Mingione
10 febbraio 2014
15 Views
Festival di Berlino: LaBeouf e Lars Von Trier protagonisti di gesti provocatori

Presentazione con la sorpresa: dal sacchetto di carta in testa alla maglietta col logo sbagliato. Non è ancora chiaro cosa ci sia dietro le due curiose azioni dell’attore protagonista Shia LaBeouf e del regista del film “Nymphomaniac Volume I”, Lars Von Trier. L’attore, ventisette anni, ha abbandonato la conferenza stampa per sfilare sul tappetto rosso del festival con tanto di sacchetto di carta in testa e smoking nero.

Un sacchetto a coprire il volto, sul quale c’era scritto: “Non sono più famoso”. Una affermazione già riportata nella sua pagina Twitter. Da non meno l’altra azione, quella del regista Lars Von Trier, il quale ha indossato una t-shirt polemica su cui era stampato il logo del festival di Cannes e la scritta “Persona non grata. Official selection”. Una manifestazione, quella francese, dalla quale il regista fu cacciato per le sue controverse affermazioni su Adolf Hitler e che ora, ricorda con polemica seppure attraverso un altro festival.

Voglia di marketing o polemica? Durante la conferenza stampa, l’attore Shia LaBeouf, ha così risposto ad un giornalista che gli domandava proprio delle scene di sesso presenti nel film: “Quando i gabbiani seguono il peschereccio è perché pensano che le sardine vengano gettate in mare”. LaBeouf ha citato il calciatore francese Eric Cantona, protagonista anche lui di una conferenza stampa, riunita in seguito alla sua espulsione dovuta ad un episodio di violenza nei confronti di un altro giocatore e di un tifoso della squadra avversaria.

L’attore twitta da gennaio scorso la frase ripresa dal calciatore francese. Il perché? Dietro c’è l’accusa di plagio rivoltagli dal fumettista Daniel Clowes, in merito al cortometraggio di LaBeouf “Howard canour.com”. Nonostante si sia scusato sempre sul suo profilo Twitter, la storia pare non essersi ancora chiusa, visto anche quanto accaduto a Berlino.

Intanto, in attesa di vedere il film nelle sale italiane, si può vedere uno spezzone andato in onda per sbaglio su RainNews24

[foto: movies.yahoo.com]

Vi consigliamo anche