0 Shares 12 Views
00:00:00
16 Dec

Cinema: ‘Smetto quando voglio’, i cervelloni ai tempi della crisi

LaRedazione - 31 gennaio 2014
LaRedazione
31 gennaio 2014
12 Views
smetto quando voglio

Giovedì 6 febbraio farà il proprio debutto nelle sale cinematografiche italiane il primo film da regista di Sydney Sibilia, “Smetto quando voglio”.

La pellicola narra la storia di sette cervelli laureati nelle discipline più complesse che, nonostante i loro titoli di studio, non riescono a trovare nessuno sbocco lavorativo.

Alla fine, in preda alla disperazione, decidono di mettere su una banda criminale per commercializzare un nuovo potente tipo di droga che li farà diventare finalmente ricchi. Non a caso, la tagline della commedia è “Meglio ricercati che ricercatori“: si tratta di un slogan comparso in occasione delle manifestazioni contro i tagli all’università risalenti a poco più di tre anni fa.

Il film può contare su diversi protagonisti, ognuno con una storia particolare: Edoardo Leo interpreta Pietro Zinni, brillante ricercatore chimico di 37 anni che, nonostante la sua intelligenza, perde il posto a causa dei piani di ridimensionato e dell’arrivo di un raccomandato. Pietro Sermonti è Andrea, che pur di lavorare in uno sfasciacarrozze è costretto a nascondere la laurea in antropologia.

Per non parlare, poi, dei due latinisti che per tirare avanti lavorano come benzinai in nero e hanno come datore di lavoro un congolese molto irascibile. C’è anche la figura dell’economista che nella vita gioca a poker online, dell’archeologo che supervisiona gli operai che lavorano al cantiere e del neurobiologo che non ha trovato sistemazione migliore del lavapiatti in un ristorante cinese.

Il regista Sydney Sibilia sostiene che i ruoli sono tratti da alcuni aneddoti avvenuti realmente e che con il film vuole denunciare la precarietà che in questi anni sta letteralmente affliggendo il mondo del lavoro, con laureati che non riescono a trovare una sistemazione professionale consona al percorso di studi. Alla fine, vista l’impossibilità di non poter continuare a vivere così, Edoardo Leo raduna gli altri e propone loro di creare un’associazione a delinquere che si occupi del traffico di droga: in particolare, della commercializzazione di un nuovo tipo di sostanza stupefacente. Ma quando cominciano ad arrivare i soldi nascono i primi veri problemi: gestirli non è cosa facile e lo scontro tra i componenti della banda è inevitabile.

Nel cast, oltre ai già citati Edoardo Leo e Pietro Sermonti, da segnalare la presenza di Libero de Rienzo, Valeria Solarino (che fa la parte della fidanzata di Pietro Zinni), Valerio Aprea, Stefano Fresi e Neri Marcoré nel ruolo di uno spacciatore fuori di testa.

Non perdetevi l’appuntamento al cinema con il film “Smetto quando voglio” del regista Sydney Sibilia, una moderna commedia che racconta la storia di sette cervelloni che da ricercatori si trasformeranno in ricercati.

Loading...

Vi consigliamo anche