Shares 0 Views
00:00:00
21 Nov
Senza categoria

Stasera Lana Del Rey in concerto a Milano

maggio 7, 2013

Lana Del Rey, la divina, la sublime e chi più ne ha più ne metta, Lana Del Rey, è in questi giorni in Italia con il suo Paradise Tour per ben tre concerti. Due purtroppo, quelli di Torino e Roma, sono già andati (facendo il tutto esaurito) e stasera c’è l’appuntamento con Milano, che l’attende con trepidazione. Oggi, per dire, sono in coda dalle 7 del mattino davanti al Mediolanum Forum per vederla questa sera. Anche perché, chi ha già avuto la fortuna di assistere al suo concerto, parla di una donna incredibilmente affascinante e, soprattutto, di un’esibizione da togliere il fiato.

Lana però, nonostante il successo planetario ottenuto con il suo album Born to Die, resta un personaggio misterioso, come l’allure della musica che compone e che lei definisce “Hollywood Sadcore”, un alternative rock teatralmente tragico, dalle atmosfere malinconiche e dai tempi enfaticamente lenti.

Con la sua chioma castana fluente e voluminosa, la sua pelle diafana, le sue labbra riempite dal filler, e i suoi occhi languidi invariabilmente truccati in stile Sixties, sembra quasi una bambola. Ma non una di quelle che regaleresti a tua figlia perché qualcosa, nel suo sguardo, nel suo look e nella sua gestualità, rimanda innegabilmente al lato oscuro e sinistro della femminilità e della bellezza (per non parlare della sua dipendenza dall’alcol a 14 anni, mentre ancora cantava nel coro della chiesa di Lake Placid, vicino New York).

Lei di quel periodo ha detto: Ero una gran bevitrice un tempo. […] Mi sono detta ‘Sono fottuta, sono completamente fottuta’. Così, all’inizio è bello e pensi di avere un lato oscuro – è eccitante – e poi ti rendi conto che il lato oscuro vince ogni volta che decidi di indulgere in esso. È anche un modo completamente diverso di vivere quando lo capisci … una specie diversa di persona“.

E lei lo ha capito, e molto bene. E’ riuscita a canalizzare i suoi demoni in uno stile musicale personale davvero unico, che ha fatto emozionare milioni di persone e che l’ha fatta diventare, nel giro di due anni, una star mondiale, con tanto di copertine patinate, campagne di moda e premi internazionali come “next big thing”.

Per cui un appello: amatela o odiatela, ma prima ascoltatela dal vivo!

Marina Ferro

[Foto: plus.google.com]

Vi consigliamo anche