vasco rossi

Vasco Rossi scaletta concerto Milano 9 luglio 2014

Dopo il tutto esaurito delle prime due date, Vasco Rossi è pronto a riempire San Siro anche nelle serate del 9 e 10 luglio. Ecco la scaletta del concerto

Milano, 9 luglio 2014. Vasco Rossi è pronto a far sognare nuovamente i suoi fan con una scaletta concerto zeppa di tutti i suoi successi più belli.

Due delle quattro serate milanesi programmate per questo 2014 sono già andate in archivio, con il consueto sold out e i fan di ogni generazioni in delirio. D’altra parte quando Vasco Rossi torna a San Siro succede sempre così: la prima volta fu nel 1990, quindi, a scadenza quasi regolare, il Blasco nazionale è tornato tutte le volte che ha potuto nello stadio milanese dove, senza nulla togliere a tutti gli altri stadi della tournee, il calore del pubblico si fa sentire un po’ di più, come se solo qui, il rocker emiliano possa sentirsi veramente a “casa”, in mezzo alla cerchia dei fan più accaniti.

E per ringraziare l’amore del pubblico che, con il trascorrere degli anni, sembra non perdere mai un colpo, Vasco Rossi ha pensato anche quest’anno a un scaletta che ripercorre tutta la sua straordinaria carriera, alternando i pezzi più rock che scatenano le folle, alle ballate più melodiche immancabilmente cantate a squarciagola da tutto il pubblico.

Si inizia con “Gli spari sopra”, prima canzone di un’apertura di concerto decisamente di puro rock. A seguire, infatti, arrivano “Muoviti” e l’emblematica “Qui si fa la storia”. Quindi, dopo “La fine del Millennio” è l’ora della prima ballata che fa scorrere pelle d’oca a piene mani: “Vivere”.

In successione, il concerto prosegue con “Cambiamenti”, “La strega”, “Come stai”, “Manifesto futurista della nuova umanità”. Il tutto condito da un performance che anche a livello fisico ricorda il Vasco dei bei tempi: salti, balli, duetti e simpatici siparietti con gli uomini della band e, soprattutto, una presenza scenica da vero leader, che sfrutta tutto il fronte del palco per andare da una parte all’altra della platea e si addentra letteralmente in mezzo ai fan camminando sulla scenografica passerella che penetra lungo il prato.

Musicalmente, dopo un breve interludio, è la volta di successi più recenti come “Dannate nuvole”, che si alternano a pezzi del passato più recente come “Vivere non è facile” e a successi senza, tra cui “Sballi ravvicinati del terzo tipo”, “C’è chi dice no”.
Quindi è ancora la volta di tornare alle ballad più amate, con un inno a quello che molti dei fan pensano del concerto, ovvero “Stupendo”, seguita dalla bellissimo “Un senso”.

Poi, Vasco Rossi, nella scaletta concerto Milano 9 luglio 2014, torna al rock con un medley che va da “Cosa vuoi da me” a “Gioca con me”, “Delusa”, “Mi si escludeva” e “Asilo republic”, prima del gran finale che, nell’ordine, vede “Rewind”, “Siamo soli”, l’immancabile “Liberi liberi” e “Senza parole”. Che è un po’ lo stato in cui tutti rimangono, ogni volta, davanti a un nuovo concerto di Vasco.

[immagine: www.facebook.com]