Le 10 canzoni più nostalgiche degli anni ’80

Ecco una lista delle dieci canzoni più nostalgiche degli anni ottanta stilata da Mtv. Ai primi posti anche il rocker italiano Vasco Rossi

Quali sono le canzoni più nostalgiche degli anni ottanta? Difficile, come sempre, fare delle classifiche ma ecco una lista stilata dall’emittente musicale Mtv delle dieci canzoni più nostalgiche degli anni ottanta. Tra i primi posti c’è anche l’artista italiano Vasco Rossi.

1° posto: “Thriller” di Micheal Jackson

La canzone, composta da Rod Temperton e prodotta da Quincy Jones, è stata pubblicata nella maggior parte dei paesi il 12 novembre 1983 e negli Stati Uniti il 23 gennaio del 1984. È tratta  tratta dall’omonimo album che, ad oggi, è ritenuto il disco più venduto nella storia della musica con una stima di oltre 115 milioni di copie.

 

2° posto: “Like a virgin” di Madonna

L’italoamericana Madonna Louise Veronica Ciccone, in arte Madonna, ha pubblicato questa canzone il 6 novembre 1984 ed è il primo singolo estratto dall’album “Like a Virgin”.

 

3° posto: “The wild boys” dei Duran Duran

Il gruppo musicale britannico dei Duran Duran ha pubblicato il singolo “The wild boys” nel 1984, con la casa discografica EMI. La canzone è stata scritta da Nick Rhodes, Simon Le Bon, John Taylor, Andy Taylor e Roger Andrew Taylor ed è stata prodotta dagli stessi Duran Duran e da Nile Rodgers.

 

4° posto: “Radio Ga Ga” dei Queen

Scendiamo di un posto la classifica e troviamo un’altra celebre band britannica, guidata dal cantante Freddie Mercury. La canzone rientra nell’album “The Works”, anno 1984, ed è stata scritta da Roger Taylor ed ispirata ad alcune parole pronunciate da suo figlio piccolo. È un omaggio alla radio e al suo periodo d’oro.

 

5° posto: “Where the streets have no name” degli U2

A metà classifica ecco spuntare il nome di un’altra band, stavolta irlandese, che ha segnato la musica pop-rock internazionale: gli U2. La band è ripresa su un tetto di un grattacielo di Los Angeles nel 1989 mentre si esibisce con la canzone “Where the streets have no name”, davanti alla folla sbalordita. Il singolo è il terzo estratto del quinto album della band, “The Joshua Tree”, pubblicato nell’agosto 1987. 

 

6° posto: “Dancing in the dark” di Bruce Springsteen

La canzone è tratta dall’album “Born in the U.S.A.”, ed è stata pubblicata come primo singolo nel maggio del 1984. Per la rivista statunitense Billboard è stato il singolo con più ampio successo commerciale pubblicato dal cantautore statunitense, raggiungendo la posizione n. 2 nella classifica di Billboard.  

 

7° posto: “Just can’t enough” dei Depeche Mode

Just Can’t Get Enough è una canzone scritta da Vince Clarke e portata al successo dai Depeche Mode nel 1981, estratta come secondo singolo dall’album d’esordio, Speak & Spell. La canzone ha raggiunto la posizione numero 8 della UK Singles Chart e la numero 26 della Hot Dance Club Play statunitense, diventando uno dei primi successi dei Depeche Mode.

 

8° posto: “C’è chi dice no” di Vasco Rossi

Tra i primi dieci posti ecco che all’ottavo arriva l’italiano Vasco Rossi con la sua “C’è chi dice no”. La canzone rientra nell’ottavo album del cantante emiliano, uscito nel 1987, e con oltre 1.000.000 di copie vendute. L’album è rimasto per ben dodici settimane consecutive al primo posto in classifica ed è diventato il terzo album più venduto dell’anno in Italia. 

 

9° posto: “Let’s dance” di David Bowie”

Il duca bianco, da poco scomparso, ha avuto una lunga e brillante carriera artistica e la canzone “Let’s dance” rientra nel suo quindicesimo album, dall’omonimo nome. Il singolo è stato pubblicato nel 1983.

 

10° posto: “Wake me up before you go-go” degli Wham

La canzone è stata pubblicata nel 1984 ed è stata una delle canzoni prime nella classifica britannica. E’ stata scritta dal cantante del gruppo, George Michael.

 

(Immagine: www.topentertainmentmovies.com)