Milan-Juventus, imbrattato lo spogliatoio: “Ladri di m***a”

Alla base del brutto insulto scritto negli spogliatoi dello Juventus Stadium ci sarebbero le scelte dell'arbitro Massa

Il processo di Calciopoli ha profondamente scosso e segnato l’intero panorama sportivo italiano: tra le squadre coinvolte figurano anche due colossi del calcio italiano come Milan e Juventus. La giustizia sportiva, infatti, sanzionò entrambi i club ma in maniera diversa: ai rosso neri vennero dati la bellezza di 8 punti di penalità; ai bianconeri, invece, andò decisamente peggio, poiché vennero addirittura retrocessi in serie B. Inoltre alla squadra torinese vennero tolti gli scudetti risalenti alle annate 2005 e 2006.

Da allora il calcio italiano non è stato più lo stesso e la rivalità tra le due squadre è diventata ancora più aspra. Aspra al punto che gli spogliatoi dello Juventus Stadium sarebbero stati malamente imbrattati con scritte offensive che fanno riferimento proprio ai due scudetti incriminati. Sui muri sarebbe comparsa la scritta “ladri di m.” Tale gesto potrebbe essere anche dovuto alla sconfitta incassata ieri dai milanisti: la Juventus ha infatti vinto il match sullo scadere del secondo tempo, grazie a un rigore a danno dei rossoneri.

A proposito di un gesto forse un po’ troppo plateale, il Milan non ha ancora rilasciato dichiarazioni ufficiali, solamente l’allenatore Montella si è scusato, nel corso di una conferenza stampa, a nome di tutti i giocatori.

Gli animi si erano comunque scaldati anche nel corso della partita: alcuni giocatori milanisti, su tutti Bacca, avevano protestato in maniera fin troppo esagitata con l’arbitro Massa e potrebbero rischiare ora una squalifica.

Insomma, nonostante tanti bei proclami e tante speranze nei confronti del cosiddetto fair-play, il calcio e più in particolare quello italiano, continua ad attirare a sé numerose critiche, relative quasi sempre esclusivamente agli atteggiamenti tenuti in campo dai “campioni”.

[fonti articolo: corriere.it, corrieredellosport.it]

[foto: corrieredellosport.it]