Anticipazioni sulla terza stagione di The Following

Gli ultimi spoiler sulla terza stagione di The Following in diretta dal New York Comic-Con

Dopo il calo di ascolti della passata seconda stagione, The Following, come Castle, ha cambiato showrunner in corsa e Kevin Williamson, ora concentrato sul suo nuovo progetto Stalker, ha lasciato il posto a Brett Mahoney ed Alexi Hawley che co-dirigeranno la serie insieme al produttore esecutivo Marcos Siega.
In occasione del New York Comic-Con, oltre ad un promo che vi mostriamo qui sotto, in un panel con presenti i protagonisti dello show si è parlato del futuro di Ryan Hardy (Kevin Bacon) e Joe Carroll (James Purefoy) e del futuro della serie.

La terza serie riprende ad un anno dalla seconda, ma una serie di flashback aiuterà gli spettatori a comprendere cosa sia accaduto in questo periodo ad Hardy, oltre a facilitare la visione ad eventuali nuovi spettatori.
Kevin Bacon ha parlato di come la scorsa stagione abbia parlato delle maschere indossate dai protagonisti, come quella del dolore per Hardy e che in questo inizio di stagione l’uomo è molto più sereno, ha una compagna ed il rapporto con sua nipote va a gonfie vele. Al contrario Mike Weston ha perso tutto e sta dando la caccia a Mark (il gemello folle rimasto in vita), scelta che lo ha allontanato da Ryan, il quale sembra invece deciso a lasciarsi alle spalle il suo scontro con Joe Carroll ed i suoi seguaci.
Sebbene l’uomo sia tornato ormai in prigione non sarà del tutto eliminato dalla serie e giocherà un importante ruolo, ma il progetto degli autori è di non seguire le orme di Hannibal o serie simili, per quanto quindi Joe sarà comunque presente non avrà lo stesso ruolo centrale delle precedenti stagioni.
Nella premiere si scoprirà chi fosse nella macchina con Mark (è una donna) nel finale di stagione ed il giovane sarà completamente perso, tutta la sua famiglia è morta, ma il suo folle dolore lo porterà ad essere una minaccia per tutti: Joe, Mike e Hardy.
Marcos Siega ha spiegato che l’anno scorso erano stati girati due diversi finali, uno in cui Joe veniva ucciso ed uno in cui sopravviveva, che è stato poi quello mandato in onda, rispondendo alle richieste dei fan che lo hanno fortemente voluto ancora nella serie ed il produttore ha sottolineato che James Purefoy può fare ancora molto per lo show.
Kevin Bacon ha spiegato come Ryan sarà molto preoccupato per il benessere di Mike, ma che ciò che davvero segna il successo di una serie è il conflitto e che – nella terza, – tra Mike, Hardy e Mark questo non mancherà, ma che è anche importante che i personaggi crescano e maturino, in special modo Mike.
La nuova fidanzata di Ryan sarà interpretata da Zuleikha Robinson, una dottoressa. Nel secondo episodio un flashback mostrerà come i due si sono incontrati e che la loro relazione è sicuramente più salutare di quella con Claire, la moglie di Joe, che tante morti e tanto dolore aveva provocato.
Max Hardy (Jessica Stroup) frequenta un agente della SWAT di nome Tom, nonostante Mike voglia stare con lei ha dovuto fare una scelta tra l’amore e la sua vendetta contro Mark.
Nello show vedremo di nuovo il dottor Arthur Strauss, il mentore di Carroll interpretato da Gregg Henry. Sta subendo un processo e verranno mostrati alcuni dei suoi seguaci e gli autori hanno dichiarato che il sangue mostrato nello show diminuirà, anche se verrà mostrato un altro genere di violenza, non meno fastidiosa, ma meno manifesta e secondo Bacon il tutto sarà persino più spaventoso della seconda stagione, in particolare Ashmore ha fatto riferimento ad una persona, nel secondo episodio, che viene uccisa con un metodo particolarmente scioccante.
I produttori hanno inoltre detto di sapere perfettamente in che modo far finire la terza stagione e come fare iniziare la terza, supponendo ovviamente che lo show venga rinnovato.

La terza stagione di The Following sarà trasmessa negli Stati Uniti nel 2015.