Arrow: basta una maschera a fare un eroe? [spoiler]

Katie Cassidy indosserà presto la maschera di Black Canary, ma secondo Marc Guggenheim la strada per diventare un eroe è ancora molto lunga

Come è stato di recente confermato durante lo screening del crossover tra Arrow e The Flash, che andrà in onda negli Stati Uniti il 2 e 3 dicembre prossimi, Laurel indosserà presto il costume di Black Canary, ma Marc Guggenheim ha tenuto ad ammonire i fan circa il fatto che questa novità non farà, almeno per il momento, di lei un’eroina.

Motivata dal desiderio di ottenere vendetta per la morte della sorella Sara, il cui assassino dovrebbe essere rivelato nel finale di metà stagione in onda il 10 dicembre, da quella terribile notte, Laurel (Katie Cassidy) ha cercato in tutti i modi di trasformarsi e diventare ciò che la sorella era stata per portare finalmente a compimento il suo destino e prendere il ruolo che le spettava di diritto secondo la mitologia del fumetto, ma il suo cammino si è dimostrato piuttosto difficile, soprattutto dopo aver incassato il rifiuto da parte di Oliver ad allenarla. Il destino l’ha portata ad incrociare il cammino con Ted Grant, un ex supereroe che ha appeso la maschera al chiodo e che ha deciso di aiutare la giovane nel difficile percorso che la porterà a diventare Black Canary.
Ma come la serie dimostrerà, le cose potrebbero non andare esattamente come previsto.

Marc Guggenheim ha infatti spiegato che “solo perché indossi una maschera ed un costume, non significa che sei un supereroe. Una maschera non fa un eroe. Siamo davvero solo all’inizio del cammino di Laurel per diventare Black Canary, non alla fine dettata dal fatto che lei indosserà un costume.” E infatti quando Laurel comincerà ad andare sul campo per combattere il crimine “non sarà come se Arrow [Stephen Amell], Arsenal [Colton Haynes] o Diggle [David Ramsey] andassero sul campo. Verrà presa a pugni, sarà colpita e ferita. Quando darà un pugno, non colpirà sempre il bersaglio. Quando salterà, non cadrà sempre in piedi. Lei sarà una combattente molto più grezza e realistica. Sono riluttante persino a chiamarla eroina a questo punto, perché non credo che si sia ancora guadagnata questo titolo, anche se certamente lei vuole farlo. Deve esserci un processo evolutivo continuo con lei, a prescindere dal fatto che adesso abbia un costume.

E mai affermazione poteva essere più puntuale, perché – nonostante in molti attendessero che Laurel compisse il suo destino diventando Black Canary e avessero accolto con una certa iniziale riluttanza l’inserimento nella serie del personaggio di Sara nei panni di Canary – c’è una buona fetta del fandom della fortunata serie della CW che ha espresso non pochi dubbi sul percorso che è stato assegnato a Laurel, contestando soprattutto il fatto che la giovane sia troppo inesperta per affrontare la brutalità del mondo in cui si muove Arrow e che i tempi con cui lei è passata dall’essere un procuratore ad una eroina in erba, sono davvero troppo brevi per essere credibili.
Dalle recenti affermazioni del produttore esecutivo della serie sembra però chiaro che Laurel pagherà sulla sua stessa pelle questa tempistica, dovendosi scontrare con una realtà molto più dura di quanto probabilmente non si aspettasse. C’è da dire anche che questo personaggio (e l’attrice che lo interpreta) non ha avuto un cammino molto fortunato nella serie. Katie Cassidy era partita, di fatto, come la protagonista femminile dello show, ma il pubblico non si è davvero mai affezionato al suo personaggio ed è sempre stato molto critico nei suoi confronti. La cosa si è persino accentuata nel momento in cui è entrata in gioco Felicity Smoak, diventando l’antagonista di Laurel per il cuore di Oliver Queen. Dopo un breve periodo in cui gli autori hanno giocato con questo triangolo amoroso, lasciando in sospeso i fan circa la scelta che Oliver avrebbe fatto, le cose hanno preso una piega ben precisa e Laurel ha perso questa posizione, diventando, di fatto, più marginale nell’arco narrativo della serie.

E’ quindi facile capire come il ruolo di Black Canary sarà fondamentale per la Cassidy per riguadagnare centralità nella serie e come gli autori stiano supportandola in questo cammino, tanto da annunciare una trilogia di episodi tutta dedicata a lei una volta che lo show ritornerà dalla pausa natalizia.
E voi cosa ne pensate? Siete disposti a dare una chance a Laurel nei panni di Black Canary o, nonostante le parole di Marc Guggenheim, restate perplessi circa il suo ruolo nella serie?

Nel frattempo godetevi insieme a noi il primo promo per il crossover The Flash/Arrow.