0 Shares 26 Views
00:00:00
17 Dec

Arrow: recensione dell’episodio 2×22 Streets of Fire [spoiler]

Teresa Soldani - 8 maggio 2014
Teresa Soldani
8 maggio 2014
26 Views

[Spoiler per l’episodio 2×22 Streets of Fire e speculazioni/spoiler sul finale di stagione Unthinkable]

E’ difficile alzare il livello qualitativo di uno show quando già ti tiene incollato davanti allo schermo della televisione, ma nonostante Arrow sia già riuscito in questo intento, sembra non aver problemi ad andare oltre.
Berlanti & C. avevano promesso che gli ultimi tre episodi di questa seconda stagione sarebbero stati esplosivi ed a giudicare da ciò che abbiamo visto fino ad ora, credo sia corretto dire che hanno rispettato la parola data.
Nell’episodio precedente eravamo stati lasciati con l’esercito di super soldati di Slade pronti ad invadere Starling City, mentre Arrow e Laurel erano imprigionati sotto tonnellate di cemento dopo aver cercato di fermare parte dei loro quasi invincibili nemici. Ed è proprio così che si apre Streets of Fire, con Laurel che – seguendo le istruzioni dettagliate di Arrow – riesce a liberarsi dal luogo in cui è imprigionata grazie ad una freccia esplosiva scoccata dall’arco di lui, mentre le strade della città sono messe letteralmente a ferro e fuoco da Slade.

Una volta che Laurel ed Oliver sono liberi, lei lo prega di lasciarla raggiungere da sola il distretto di polizia ed il padre ed Oliver, nonostante un’iniziale ritrosia a lasciarla da sola nelle strade della città, la lascia andare, rendendosi conto che il suo compito è più grande di quello di proteggere una sola persona.
Nel frattempo Dig, che sta combattendo contro Isabel/The Ravager, decisa a vendicarsi della pallottola che l’ha quasi uccisa, si sente chiedere dalla donna “dimmi dove posso trovare Felicity Smoak, non vedo l’ora di piantare una pallottola in mezzo alla sua piccola faccia compiaciuta fin dal giorno in cui…” il tutto pochi istanti prima di venire letteralmente scagliata parecchi metri più in là dalla suddetta Felicity che la colpisce con il pulmino nel quale si rifugiava e da cui dirigeva l’attacco contro Slade, salvando Diggle, ma non riuscendo comunque ad uccidere Isabel nel cui sangue – lo ricordo – scorre il mirakuru.
Sebbene la frase detta da Isabel possa sembrare strumentale al fatto che venga poi messa KO da quella che avrebbe dovuto essere la sua vittima, vorrei soffermarmi qualche momento sulla questione del “chi sarà la vittima di Slade?” e che tiene banco tra i fan della serie. Come ben sappiamo, subito dopo aver ucciso Moira, Slade ha lasciato Oliver dicendogli che avrebbe ucciso qualcun altro che lui ama. In questo episodio la promessa non viene dimenticata, ed è inutile dire che la febbre da scommessa su chi sia questa persona sta salendo inesorabilmente, soprattutto perché in molti sono convinti che svelare l’identità di questo misterioso target, fornirà la chiave per conoscere chi occupi il cuore di Oliver.
Personalmente non sono del tutto convinta che la vittima designata sia Felicity o Laurel, soprattutto perché non sono affatto certa che gli autori siano pronti a smettere di sfruttare il successo che l’ambiguità del rapporto tra Oliver e Felicity ed Oliver e Laurel porta con sé. Svelare chi il protagonista della serie di fatto ami tra le due, risponderebbe certamente a questa domanda, ma finirebbe per scontentare comunque una consistente fetta di pubblico e non sono affatto certa che i tempi siano maturi per andare in una direzione o nell’altra.
Il fatto poi che Isabel stesse cercando Felicity per ucciderla mi ha dato un ulteriore ragione di riflessione: se davvero Felicity fosse stata il target di Slade, dubito che Isabel si sarebbe permessa di levargli la soddisfazione di uccidere la donna nella maniera più plateale possibile e più devastante per Oliver, esattamente come è avvenuto per Moira.
E’ evidente come gli autori stiano giocando con questa promessa stuzzicando la curiosità del pubblico, solo ieri Marc Guggenheim ha tweettato lo stralcio di un dialogo che sentiremo nel finale, dimostrando quanto i produttori siano perfettamente coscienti di cosa il pubblico brami veder accadere.

Che questo “Ti amo” significhi che assisteremo ad una dichiarazione d’amore da parte di Oliver è di fatto opinabile: non abbiamo infatti idea di chi pronunci la frase, a chi sia rivolta, né se sia detta in senso romantico, ricordo infatti che “I love you,” in inglese – a seconda del contesto – può anche significare “ti voglio bene,” detto in senso del tutto fraterno.

Arrow 2×22 Streets of Fire

Ma torniamo ai fatti: Laurel nel suo vagare per la città alla ricerca di un rifugio viene intercettata da Sara che fa di nuovo la sua apparizione, in pochi – credo – pensavano davvero che la donna se ne fosse andata per sempre, e per ciò che rimane dell’episodio, non solo Laurel palesa alla sorella il fatto di conoscere la sua identità segreta, ma mostra nei suoi confronti tutto il proprio orgoglio per ciò che è diventata, nonostante Sara cerchi di metterla in guardia circa il fatto che non è l’eroina che lei crede.
Anche per quanto concerne Sara vorrei indulgere in una breve speculazione, non credo infatti che la donna abbia un lungo futuro nella serie.
Ho la sensazione che gli autori siano decisi a rispettare la mitologia del fumetto per quanto concerne il personaggio di The Canary che dovrebbe essere interpretato appunto da Laurel. Il modo in cui la donna si è dimostrata orgogliosa della sorella e con cui abbia imparato a rispettare il nome che la rappresenta quando indossa la maschera, scoprendone l’origine, così come le viene raccontato da Sara, ancora una volta mi fa pensare che dovremo dire addio al suo personaggio e che Laurel ne prenderà presto il posto.

Il Team Arrow, tornato finalmente ai suoi membri originari, si nasconde nel frattempo nella torre dell’orologio, una volta sede del nascondiglio di Sara, e cerca in tutti i modi di recuperare la cura contro il mirakuru prodotta dagli S.T.A.R. Lab ed inviata a Starling City tramite un corriere. L’uomo viene però intercettato dai soldati di Slade, che si impossessa della valigetta con il siero levando ad Oliver, Felicity e Diggle l’ultima speranza per sconfiggere il loro nemico.
Oliver, non sapendo più come fermare Slade, sembra volersi arrendere al fatto di non avere più armi con cui combattere e Felicity – ancora una volta – lo riporta sulla retta via sottolineando come lui non si sia mai arreso di fronte ai tanti nemici che hanno messo a repentaglio la sicurezza della sua città e soprattutto dicendo di sapere due cose per certe e che Oliver ha bisogno di sentirsi dire “Non sei solo. E io credo in te.
A prescindere da quali siano i sentimenti che si hanno nei confronti della coppia Oliver/Felicity devo dire che questi due insieme, quando occupano lo stesso spazio nello schermo, riescono sempre a trasmettere emozioni forti ed hanno un’indiscutibile chimica.

Proprio quando tutte le speranze sembrano ormai finite, il Team Arrow riceverà un inaspettato aiuto da Sebastian Blood.
Il sindaco ha infatti uno scontro con Slade e gli dice di non aver mai voluto la distruzione della città che voleva in realtà proteggere, discorso – viste le circostanze ed il modo in cui ha agito fino ad ora – che fatica ad essere credibile, ma quando Slade gli dice che lui non ha voce in capitolo e che è solo una pedina nel suo piano di vendetta contro Oliver, l’uomo decide di rubare la valigetta con il siero e portarla ad Arrow (di cui dall’episodio precedente conosceva ormai l’identità) per mettere un freno alla pazzia di Slade.
Fortunatamente Arrow e Diggle riescono quindi a tornare in possesso dell’unica arma che può fermare l’esercito che sta invadendo la città, ma Blood – ovviamente – paga a caro prezzo il suo tradimento e viene passato a fil di spada da Isabel per ordine di Slade.
Vi ricordo a questo punto, siamo di nuovo nel campo delle speculazioni, che Starling City è senza un sindaco e che nel fumetto è previsto che Oliver ricopra questo ruolo. Lo svolgersi degli eventi sembra al momento poter puntare in quella direzione.

Il Team Arrow ha quindi il siero, ma non ha modo di testarne l’efficacia se non su Roy, che giace ancora incosciente.
Oliver non riesce però a inoculare l’antidoto nel ragazzo, troppo preoccupato dalle conseguenze che ne possono scaturire, ma proprio in quel momento Lance lo chiama dal distretto di Polizia invitandolo ad accendere la televisione in cui scorrono le immagini delle truppe della A.R.G.U.S. che chiudono tutte le vie di fuga della città. Oliver chiama Amanda e la donna gli dice di non avere scelta, di dover far di tutto perché l’esercito di Slade non lasci i confini di Starling City e di avere due velivoli pronti a bombardare la città, uccidendo tutti i suoi abitanti. Oliver la prega di fermarsi, dicendole di essere in possesso dell’antidoto per il mirakuru, ma Amanda gli concede solo fino all’alba per fermare Slade. A questo punto Oliver non ha altra scelta, conclusa la telefonata con la donna inietta il siero a Roy e si prepara per combattere Slade.

Alcuni fatti [spoiler e non]:
– Mentre Slade guarda la città bruciare (scomodando persino Nerone!) ammette di desiderare la presenza di Shado vicino a sé e Isabel gli domanda chi sia, mostrando di essere quindi all’oscuro delle vere motivazioni di Slade.- Nel caso in cui Sara dovesse morire e Laurel prendesse il suo posto, la donna prenderebbe probabilmente il nome originale Black Canary, per onorare la sorella e mostrare il lutto per la sua morte.
– Non si può non citare il cameo di  Malcolm Merlyn (John Barrowman) che torna a Starling per salvare Thea ed ai quali viene dato l’onore dell’ultima scena, ma alzi la mano chi crede davvero che Thea abbia sparato al padre.
– I flashback dell’episodio sono ancora dedicati al tentativo di Oliver di fermare Slade, pur sapendo che fallirà sono comunque curiosa di vedere come si sono svolti i fatti.
– Nell’ultimo Q&A postato da Stephen Amell sulla sua pagina Facebook, l’attore ha anticipato una battuta del finale “Lei è dove?!?” Considerate alcune immagini spoiler che sono uscite di recente e che vedevano Felicity sull’isola, credo che Oliver si riferisca alla donna che si reca per una non ben precisata ragione proprio sull’isola.

Come sempre vi lascio con il promo del finale di stagione di Arrow.

Loading...

Vi consigliamo anche