0 Shares 6 Views
00:00:00
25 Nov

Giorgio Manetti, lavoro: la confessione del cavaliere sulla sua professione

Gianfranco Mingione
22 aprile 2016
6 Views

Il re del trono over, Giorgio Manetti, ha finalmente parlato di un aspetto, quello legato al suo lavoro, che ha sempre custodito con molta riservatezza.

Il cavaliere del trono over di Uomini e Donne ha raccontato al principale quotidiano di Firenze, “La Nazione”, i vari lavori svolti sin da ragazzo.

Il primo lavoro è stato assieme a suo padre: “Quel che faccio oggi – ha affermato Manetti – è la punta dell’iceberg per tutte le attività che ho intrapreso in vita mia dal 1969, quando a 13 anni aprimmo con mio padre un negozio di barbiere a Campi Bisenzio.

Non uno ma tanti lavori: dal parrucchiere, al barista, al commesso. Dopo aver conseguito il diploma di parrucchiere, Manetti ha lavorato come barista, commesso e commerciante: “Oggi – ha raccontato il cavaliere – sono a fianco di manager e sto più a Roma e giro il mondo. Guardo la vita in modo positivo. La passione per il viaggio non è mai stata un mistero e tra le sue mete preferite c’è la California e le sue spiagge di Palm Springs.

Gemma Galgani un’attrazione intellettuale. La sua storia più importante all’interno di Uomini e Donne è stata quella con Gemma Galgani, di cui dice: “Con Gemma, che era già molto popolare, ho iniziato la storia a gennaio 2015 e c’erano signore anche più giovani e attraenti, ma, che ci posso fare? Preferivo lei. Il problema è che nel nostro Paese c’è del ‘machismo’ e la donna viene vista come un oggetto più che come persona pensante. Per me è difficile, innamorarmi perché non ricerco solo l’aspetto fisico, ma anche intellettuale”.

Leggi anche: LA BELLA VITA DI GEMMA GALGANI FUORI DA UOMINI E DONNE 

L’Italia è un paese arretrato: “E’ accaduto con questa persona (si riferisce a Gemma ndr.) e mezza Italia si è domandata ma come mai, invece di corteggiare una bella donna di 30 anni, benché ne avessi 59, avessi scelto Gemma, che è anche molto elegante. Io ho viaggiato molto e in altri Paesi non sarebbe stata neppure notata la differenza d’età”.

(Fonte: www.chedonna.it)

(Immagine: www.dgmag.it)

Vi consigliamo anche