Hannibal: recensione finale di stagione 2×13 Mizumono [spoiler]

Ne resterà soltanto uno...oppure no? Chi giace in fin di vita alla fine della seconda stagione di Hannibal? E cosa ci aspetta nella prossima?

Hannibal ha abituato da tempo i suoi estimatori ad atmosfere particolarmente cupe e tempi dilatati che difficilmente si trovano in uno show televisivo odierno e, mentre la qualità delle immagini e la maestria degli attori non è assolutamente da mettere in discussione, a volte il ritmo degli episodi può essere considerato troppo lento e sfuggente per alcuni.
Ma d’altronde Hannibal è – prima di tutto – un dramma psicologico e la sua magnificenza quasi barocca sta proprio nell’essere riuscito a portare sul piccolo schermo una qualità narrativa senza pari, insieme con una rappresentazione della violenza così sfacciata e grafica da lasciare spesso interdetti, soprattutto quando ci si chiede come un simile programma sia riuscito a passare attraverso le strette maglie della severa e spesso bigotta censura americana.

Nonostante quindi lo show sia da sempre una fucina di sorprese, il finale di stagione “Mizumono,” ha superato ogni aspettativa, persino nel cambiare completamente il ritmo quasi onirico dei suoi episodi per trasformarsi invece in una sorta di bomba ad orologeria scandita dal ticchettio di un orologio che si sente a tratti durante lo scorrere dell’episodio e che esploderà solo nel finale con la decisione di Will su chi scegliere tra Jack e Hannibal. La domanda che ci si pone fin dall’inizio è infatti se egli aiuterà Jack che, nonostante tutti i suoi chiaroscuri resta comunque il personaggio che meglio incarna il concetto del bene nello show, oppure sceglierà definitivamente Hannibal, la perfetta rappresentazione del male nella sua più subdola e devastante forma, abbandonandosi così completamente a quel lato di sé che lo psichiatra ha cercato in ogni modo di far affiorare, diventando definitivamente suo complice ed unico, fidato e desiderato amico.

Jack e Hannibal: “Quando arriverà il momento, farai quello che deve essere fatto?

Le cose cominciano appunto a prendere una piega completamente diversa nel momento in cui Jack consegna il proprio distintivo dopo essere stato accusato di essere stato manipolato da Will nelle indagini contro Hannibal e soprattutto quando Hannibal, avvicinandosi a Will, percepisce su di lui l’odore di Freddie, capendo così che l’uomo non l’ha davvero uccisa come gli aveva fatto credere.
Jack, nonostante non sia più protetto da suo distintivo, decide comunque di affrontare Hannibal, accettando il suo ultimo invito a cena e dando così inizio alla battaglia, non più fatta di mezze frasi, supposizioni e subdole manipolazioni, ma un vero e proprio corpo a corpo tra i due che finisce con l’agente a terra con una ferita al collo che, lentamente, lo porta in uno stato di incoscienza.
Chi potrebbe salvare Jack è Alana la quale – giunta a casa di Hannibal per affrontarlo a sua volta, ormai conscia del fatto di essere stata manipolata dall’uomo – finisce anch’essa a terra in fin di vita, spinta fuori dalla finestra da una rediviva Abigail che non era stata uccisa da Hannibal come avevamo sempre pensato.

hannibal lecter

Giungiamo così alla scena clou del finale, al climax narrativo di questa seconda stagione, il momento in cui Hannibal e Will si scontrano. L’uomo trova infatti Alana fuori da casa di Hannibal e lei – ancora viva – gli dice che Jack è all’interno.
Will affronta quindi il suo amico e rivale il quale gli fa vivere il terribile incubo di mostrargli Abigail ancora viva per poi tagliarle la gola proprio davanti ai suoi occhi dopo averlo accoltellato nello stomaco in una sorta di ultimo abbraccio mortale ed un non troppo velato richiamo sessuale. D’altra parte si dice che un assassino che sceglie l’uso di un arma bianca, lo faccia proprio con l’intento di volersi avvicinare il più possibile alla propria vittima, alla ricerca di una sorta di orgasmo omicidiario.
E così la scena finale tra i due, con Will che giace a terra sanguinante, finisce per risultare toccante in una maniera quasi grottesca.
E’ infatti evidente come Hannibal sia profondamente ferito dal tradimento di Will dal momento in cui gli dice “Ti avevo concesso un dono raro, ma non lo hai voluto.

Hannibal lascia così la propria casa, lavando via parte del sangue che lo ricopre fermandosi sotto la pioggia scrosciante (e purificatrice?) che sta cadendo e lasciando Will, Jack, Abigail ed Alana ancora vivi, ma in pessime condizioni.
Nelle ultime immagini dell’episodio vediamo un aereo tra le nuvole e all’interno Hannibal ed (ennesima sorpresa) una compiacente e sorridente dottoressa Du Maurier.

Che cosa accadrà quindi nella terza stagione? Chi sopravviverà? Vedremo Jack Crawford e Will Graham andare a caccia di Hannibal e Bedelia Du Maurier? Will ha davvero tradito Hannibal? Se così è, perché lo ha chiamato avvisandolo dell’arrivo di Jack?
Ciò che è garantito è che le sorprese saranno tanto incredibili quanto lo sono state quelle che ci hanno accompagnato durante questa seconda stagione.

[Spoiler per la terza stagione]

Nel rispondere ad alcune domande chiave sul finale di stagione in un’intervista a  TV Guide, questo è ciò che Bryan Fuller ha detto del finale, della terza stagione e del rapporto tra Hannibal e Will, che – garantisce lo stesso Fuller – sopravviverà al brutale accoltellamento da parte di Hannibal.

E’ veramente la fine della relazione tra Hannibal e Will? Abbiamo visto morire il cervo.
Il cervo ha sempre rappresentato la connessione tra Will Graham e Hannibal Lecter. Lui ha cominciato a vedere il cervo quando è stato portato sulla scena dell’omicidio di Cassie Boyle, impalata sulla testa del cervo in quel campo. E’ stato come se, in quel momento, la relazione che hanno sempre avuto, morisse. Qualunque cosa avvenga fra loro in seguito sarà un nuovo inferno… In ogni relazione, quando la interrompi bruscamente, poi finisci per pensare “oh, quasi quasi mi mancano.” L’ossessione che questi due gentiluomini hanno uno per l’altro farà sempre un certa presa.

Cosa accadrà agli altri? Sopravviveranno?
Ci sarà sicuramente un impatto in seguito a quanto accaduto. Posso dire per certo che non tutti sopravviveranno. Ognuna delle persone che giace su quel pavimento, potrebbe esalare il suo ultimo respiro. Non andrà bene a tutti.

Nel frattempo Hannibal scappa in Francia con la dottoressa Du Maurier! Lei era d’accordo con lui per tutto questo tempo?
La risposta al perché Bedelia Du Maurier sia su quel volo per la Francia con Hannibal Lecter sarà parte del primo episodio della terza stagione che farà essenzialmente le funzioni di un nuovo pilot per una nuova serie, perché ogni cosa sarà diversa.

Vedremo più spesso Bedelia nella prossima stagione adesso che lo show di Gillian Anderson sulla NBC [Crisis] è stato cancellato?
E’ una donna molto impegnata. Ma se potessi scegliere sarebbe un personaggio fisso nella terza stagione.

Hai detto che la terza stagione sarò diversa. Significa che avremo un punto di vista più prettamente legato ad Hannibal?
La terza stagione sarà molto divertente, perché prenderà molti spunti dai romanzi Hannibal Lecter – Le origini del male e Hannibal e li mischierà insieme facendo da spinta alla stagione. Sarà divertente imbastardire due romanzi in una sorta di stagione alla Frankenstein. Direi a tutti di prepararsi: cambieremo in maniera significativa la storia delle origini di Hannibal narrata in Hannibal Lecter – Le origini del male.

Quale parte della struttura cambierà maggiormente? L’ambientazione? Il format con il caso della settimana?
La struttura principale che si svolge attorno al FBI sarà meno prominente nella terza stagione, almeno per la prima metà di essa.

Il che non suona bene per la sopravvivenza di Jack!E Laurence Fishburne sarà in una nuova sitcom dell ABC.
Anche Laurence è un uomo molto impegnato. Una delle domande di questa stagione sarà: Alana e Jack Crawford sopravviveranno? Abigail Hobbs sopravviverà? Queste cose verranno rivelate molto lentamente all’inizio della terza stagione.

Quindi, hai detto prima che qualcuno non ce la farà, includevi anche Abigail? Davo per scontato fosse già morta.
Parlo di tutti in quella casa. E non significa che potrebbe morire solo una persona.

 

Il finale di stagione di Hannibal lascia tutti i fan con il fiato sospeso e crea moltissima attesa per la prossima stagione della serie.