0 Shares 11 Views
00:00:00
12 Dec

Rai tv: ecco come pagare il canone

LaRedazione
22 gennaio 2014
11 Views
Rai tv: ecco come pagare il canone

Il 31 gennaio 2014 scade il termine di pagamento del canone Rai e come ogni anno, per milioni di italiani, il mese di gennaio rappresenta il periodo nel quale occorre pagare per evitare possibili sanzioni.

A tal proposito, vediamo quali sono le informazioni da tenere presente per evitare di incorrere in sanzioni e soprattutto per gestire al meglio il pagamento. La legge prevede che il canone debba essere corrisposto da chiunque abbia nel proprio ambiente domestico o adibito a qualsiasi altra destinazione d’uso, un dispositivo elettronico in grado di garantire la ricezione e quindi la visione dei contenuti che vengono offerti dal pacchetto radio – televisivo che fa capo all’azienda pubblica della Rai.

Tralasciando questa tematica che per anni ha diviso l’opinione pubblica sulla legittimità da parte dello Stato di richiedere il canone, la naturale scadenza è stata fissata al 31 gennaio 2014. Come tutti saranno a conoscenza in ragione dei molteplici spot televisivi passati su tutte le reti Rai, l’importo del canone è pari a 113,50 euro ed ossia lo stesso richiesto nella scorsa annata. Importo che può essere pagato in un’unica soluzione mediante il bollettino postale che viene recapitato al proprio domicilio oppure si può richiedere una rateizzazione in due tranche oppure in quattro a seconda di quelle che sono le proprie esigenze.

Per quanti hanno deciso di optare per una rateizzazione semestrale, l’importo dovrà essere diviso in due ed ossia pagare entro il prossimo 31 gennaio 2014 i primi 56,75 euro mentre la seconda rata dovrà essere corrisposta entro il 31 luglio 2014. Nel caso di rateizzazione trimestrale, le rate diventano ovviamente quattro per un importo di 28,37 euro da saldare rispettivamente entro il 31 gennaio 2014, il 30 aprile 2014, il 31 luglio 2014 e 31 ottobre 2014.

Qualora, si provveda a pagare per una qualsiasi ragione, oltre le scadenze sopra evidenziate verrà applicata una sanzione che è direttamente proporzionale al ritardo del pagamento. Tuttavia, esistono delle categorie di cittadini che sono esentate dal pagamento del canone Rai e per la precisione tutti coloro che hanno già compiuto il 75esimo anno di età oppure chi percepisce un reddito annuo netto inferiore alla soglia dei 6 mila 714 euro.

Nel caso in cui, non si è pagato il canone Rai pur non avendone titolo, può essere comminata una sanzione pari a 619 euro per ogni anno in cui si è evaso il pagamento.

Infine, è opportuno ricordare come sia possibile richiedere la disdetta del canone inviando una raccomandata con ricevuta di ritorno all’Agenzia delle Entrate – Direzione Provinciale di Torino – Sportello SAT, il cui indirizzo può essere visionato sul sito ufficiale Rai nella sezione dedicata al pagamento del Canone Rai 2014.

Vi consigliamo anche