0 Shares 26 Views
00:00:00
11 Dec

Scandal: spoiler quarta stagione e futuro Harrison

Teresa Soldani
29 aprile 2014
26 Views

Harrison Wright (Columbus Short) ha rilasciato una dichiarazione tramite il proprio agente a soli 8 giorni dal finale di stagione di Scandal per annunciare la decisione di lasciare lo show e non tornare per la quarta e prossima stagione.

Devo confermare la mia uscita dallo show che ho chiamato casa per tre anni, con la più talentuosa troupe che sia oggi in televisione. Vorrei in primo luogo ringraziare la creatrice Shonda Rhimes per avermi dato l’opportunità di lavorare con un cast tanto eccezionale. Grazie ai GLADIATORI [n.d.a. il nome con cui vengono chiamati i fan della serie] per avermi supportato nell’arco di tutta la mia carriera e naturalmente grazie alla ABC e grazie a Shondaland [n.d.a. la casa di produzione televisiva diretta da Shonda Rhimes] per avermi dato l’opportunità di interpretare un ruolo chiave nella serie Scandal. Ho amato ogni singolo momento. Tutto deve finire e sfortunatamente, per Harrison Wright è arrivato il momento di uscire dal quadro. Auguro tutto il meglio a Shonda, Kerry ed al resto del cast che sono diventati in brevissimo tempo come una seconda famiglia per me. E per questo sarò sempre grato

Il finale della terza stagione dello show ci aveva lasciati con Rowan, appena reintegrato al comando delB613, che puntava una pistola alla tempia di Harrison insieme a Tom, lasciando in sospeso il suo destino e – considerate le dichiarazioni dell’attore – pare evidente che il futuro del suo personaggio sia invece tragicamente segnato.

I motivi che hanno portato Columbus Short a prendere questa difficile decisione sono probabilmente di natura personale.
Dopo essere stato di recente coinvolto in una rissa in un bar, sua moglie Tanee Short lo ha accusato il 7 aprile di aver minacciato di morte lei, per poi uccidere se stesso.

Sull’attore pendeva già una precedente accusa di violenza domestica, oltre ad aver cominciato a comportarsi in maniera strana al momento della promozione del finale di stagione. In occasione di un’intervista radio infatti, alla domanda dello speaker se Harrison sarebbe sopravvissuto, l’attore aveva risposto: “Sai, quando smetti di tormentarti capisci che c’era solo un finale possibile. Ed era il finale che era già scritto. Come se Shonda avesse già scritto tutto lo show dall’inizio alla fine. E indovinate chi altro ha scritto lo show dall’inizio alla fine? Dio. Ha la mia  storia scritta dall’inizio alla fine,” e quando il presentatore gli ha domandato quando avesse saputo che il suo personaggio avrebbe rischiato di morire, la sua risposta molto seccata è stata: “Il giorno che mi hanno sparato. Ma me ne vado perché non mi hanno sparato fratello, amico, voglio dire, gente.

Da tutti questi elementi sembra prevedibile supporre che il comportamento bizzarro dell’attore possa essersi scontrato con il ruolo di rappresentanza che dovrebbe ricoprire nello show e che la produzione di Scandal gli abbia concesso di fare un’uscita dignitosa dal programma, dandogli così il tempo necessario di rimettere in ordine la propria vita.

Vi consigliamo anche