Schiaffi in diretta a Domenica Live, Barbara D’Urso infuriata: ecco cos’è successo

Schiaffi in diretta mentre volano insulti in studio a Domenica Live: ecco chi sono i protagonisti del trash show in TV ieri pomeriggio.

Una parola di troppo e sono volati gli schiaffi in diretta a Domenica Live. 

Protagonisti della vicenda durante il popolarissimo programma di Barbara D’Urso sono stati una signora e sua figlia fra il pubblico ospite in studio ed il dottor Alberico Lemme, autore di una delle diete più discusse ma anche di successo del momento. In un periodo di remise en forme in vista dell’estate, la puntata in onda ieri pomeriggio verteva sull’argomento caldo delle diete ed il super ospite era proprio l’unico medico che ha finora messo in discussione la dieta mediterranea.

Quando però la conduttrice ha interpellato la signora Concetta seduta accanto a sua figlia, la signora ha espresso qualche perplessità riguardo il regime alimentare ideato dal medico farmacista. Una risposta che ha disturbato Lemme – autodefinitosi bio-scultore –  che ha replicato insultando la figlia col titolo di cicciona.

Tutto in diretta. Le donne, offese, non hanno atteso altro e, dopo che la figlia ha chiesto a muso duro “Vuoi vedere come picchia una cicciona?”, è stata la madre con i suoi 190 chili a tirare un paio di sonori schiaffi al medico – intanto sprezzante e sorridente sul divano –  mentre volavano ulteriori epiteti.

Barbara D’Urso, dapprima accorsa fra i tre poi infuriata, ha cercato di placare gli animi ma a fatica dopo un simile show TV con botta-e-risposta (che ha comunque aumentato anche l’audience). Il dottor Lemme del resto non è nuovo a simili show nel salotto dalla conduttrice di Canale 5: anche il mese scorso, avendo negato l’importanza delle cure tumorali, era arrivato ai ferri corti con Manuela Villa che da poco aveva perso la madre per un cancro.

Quasi una replica, quindi, quella di ieri da Barbara D’Urso a Domenica Live, quando l’ideatore della dieta Lemme ha sfiorato l’ennesima rissa dopo la sua consueta uscita infelice.

[foto: IlGiornale.it]