0 Shares 3 Views
00:00:00
25 Nov

Anteprima: Constantine recensione dell’episodio 1×01 ‘Non Est Asylum’ [spoiler]

Teresa Soldani
22 ottobre 2014
3 Views

La nuova serie prodotta da David S. Goyer (The Dark KnightDa Vinci’s Demons) è stata presentata in anteprima mondiale al San Diego Comic-Con a luglio di quest’anno e si ispira al fumetto della DC Comics Hellblazer, da cui nel 2005 è stato anche tratto il film Constantine interpretato da Keanu Reeves.

Constantine_Official_Trailer

Il protagonista dello show, John Constantine (Matt Ryan) combatte le arti oscure e nel pilot viene presentato dopo che ha deciso, di sua spontanea volontà, di subire alcuni trattamenti in seguito ad un trauma subito dopo aver accidentalmente mandato una bambina all’inferno in seguito ad un esorcismo andato male. Poco dopo il suo rilascio dall’ospedale l’uomo viene immischiato in un altro caso soprannaturale che lo rimetterà velocemente in pista.

Nell’episodio compaiono anche Lucy Griffiths nel ruolo di Liv, una medium a cui Constantine offre il suo aiuto insieme a Charles Halford e Harold Perrineau, regular dello show. Il protagonista si descrive come una persona difficile da gestire, eroe per caso più che per scelta, che si trova a dover combattere contro le forze oscure del male al quale l’angelo custode  Manny (Perrineau) dice di avere forse ancora qualche speranza di poter salvare la propria anima dall’eterna dannazione, cosa che – ovviamente – preme particolarmente al protagonista.
Goyer, parlando della serie, aveva dichiarato che è possibile che lo show, più avanti nel tempo, adatti la sua trama a quella del fumetto ‘Dangerous Habits‘ in cui il protagonista scopre di avere un tumore ai polmoni dopo aver fumato per anni (nello show il protagonista non fumerà pur essendo questa un sua caratteristica nei fumetti) in seguito al quale cercherà di imbrogliare la morte, ma la trama di questa prima stagione sarà per ora basata su ‘American Gothic‘ la raccolta che per prima ha introdotto il personaggio della DC Comics.

Ryan veste perfettamente i panni dell’antieroe, apparentemente menefreghista ed indifferente al folle mondo che lo circonda, finito per caso a combattere demoni e creature della notte che non sembrano affatto spaventarlo, ma alle quali guarda con cinico realismo. Già dall’episodio pilota mostrato al SDCC, che andrà in onda venerdì 24 negli Stati Uniti sulla NBC, sono stati apportati alcuni significativi cambiamenti alla serie. Lucy Griffiths e la sua Liv Aberdeen  non farà infatti parte dello show e sarà rimpiazzata da Angelica Celaya, nel ruolo di Zed Martin.

Nel suo insieme il pilot di Constantine è un buon esempio di come dovrebbe essere il primo episodio di una nuova serie. Descrive nella giusta misura e forma il mondo in cui si muove il protagonista, dà spazio all’attore principale permettendo al pubblico di farsi da subito un’idea ben precisa delle sue doti e dei suoi difetti e fornisce una valida ragione per proseguire nella visione della serie se, ovviamente, si è appassionati al genere. Quel che è certo è che il nuovo show della NBC si scontra con argomenti che sono stati più volte toccati da diverse serie televisive, a partire da programmi diventati ormai veri e propri cult come Buffy the Vampire Slayer, per passare da Angel e finire con Supernatural.
Il tutto starà nel dimostrare davvero al pubblico cosa di nuovo Constantine potrà apportare nel variegato panorama televisivo, poiché il pilot, pur essendo interessante, manca forse di quella scintilla che può catturare davvero gli spettatori.

Vi consigliamo anche