Arrow: Oliver e la candidatura a sindaco di Star City [spoiler]

Oliver sindaco di Star City, il suo rapporto con Felicity e le reazioni di Damien Darhk

In una recente visita sul set di Arrow da parte di un gruppo di reporter, alcuni membri del cast hanno avuto l’opportunità di parlare del futuro della serie e di cosa accadrà ora che Oliver Queen ha preso la decisione di scendere in campo e candidarsi a sindaco di Star City e, a detta dei giornalisti, il pubblico dovrà prepararsi a ricevere molte sorprese.

La più diretta conseguenza de fatto che Oliver abbia deciso di avere questo ruolo pubblico è che, a differenza delle altre stagioni, sarà per lui una necessità tenere separata la sua identità segreta da quella pubblica. Stephen Amell ha infatti dichiarato: “terremo ben separati i due personaggi di Oliver Queen e Green Arrow perché Oliver, come persona che rappresenta la città, può fare cose che Green Arrow non può fare. Green Arrow può fermare i criminali, ma non può radunare una folla per tenere un discorso.

La reazione di Thea, Laurel e Diggle alla decisione di Oliver di entrare in politica, almeno inizialmente, sarà piuttosto sorpresa, se non scettica, ma il giovane avrà il pieno supporto di Felicity. “Lei gli starà accanto e questa cosa darà un’ulteriore spinta alla loro relazione.Emily Bett Rickards ha aggiunto che, sebbene la sua prima reazione alla dichiarazione di Oliver sia stata piuttosto sorpresa: “c’è un tacito accordo tra i due secondo il quale si sosterranno sempre a vicenda.” E a proposito do Olicity e del momento d’oro che stanno vivendo come coppia, Amell ha anticipato che l’anello che Oliver ha nascosto all’interno di un recipiente di vetro nel loro appartamento farà ritorno “nell’arco della stagione“.

Una delle reazioni più sorprendenti alla candidatura di Oliver sarà proprio quella di Lance (Paul Blackthorne), l’uomo sarà “fiero di lui“, il che sembra essere in contrasto con il comportamento dell’uomo tentuo dall’inizio della stagione, considerata la sua scellerata joint venture con Damien Darhk. “Nell’arco dei prossimi episodi finalmente quella sorta di orgoglio paterno che Lance ha nei confronti di Oliver, potrà venire alla luce“, ha spiegato Blackthorne.

E a proposito di Damien Darhk, il cattivo della stagione è qui per restare ed apparentemente non abbiamo ancora visto il meglio di questo personaggio. Secondo Emily Bett Rickards “Damien ne ha per tutti. E’ così invadente e ha talmente tanto potere che non può non interferire con i vertici della città“. Infatti l’uomo, che ha già mostrato apertamente le sue intenzioni di eliminare Green Arrow, non sarà affatto entusiasta della decisione di Oliver di candidarsi a sindaco ed entrambe le versioni di Oliver, quella mascherata e quella pubblica, si troveranno a dover affrontare presto l’uomo. “Non ci saranno più limiti a breve, io prenderò qualcosa dalla sua vita e lui la prenderà dalla mia e per la fine della stagione sarà un OK Corral“, ha dichiarato Neal McDonough.
Tuttavia, come abbiamo già anticipato in questa intervista all’attore, per quanto spietato possa sembrare il personaggio di Damien, anche lui ha qualche segreto che nasconde gelosamente e uno di questi riguarda la sua vita privata, segreto che, una volta venuto alla luce, Green Arrow non esiterà ad usare contro di lui. “Presto saprete di più sulla sua vita privata e il segreto che verrà rivelato sarà uno shock un po’ per tutti. Senza anticipare nulla posso dire che sarà una cosa davvero gustosa. Molto gustosa,” ha detto McDonough.
Il tema generale di quest’anno è la famiglia e con la madre di Felicity che sarà presente in città spesso e la rivelazione dell’identità di suo padre dietro l’angolo, non si può non pensare che vi sia una connessione tra il grande segreto di Damien e la giovane, anche se è strano pensare che Oliver potrebbe mai usare una simile rivelazione, e quindi Felicity, contro di lui, ma questo potrà rivelarcelo solo il tempo.
Dicono che la pazienza sia la virtù dei forti.
Dicono.