Ecco perché la stagione 8 di Castle è stata l’ultima

Ascolti bassi, attriti sul set, problemi di budget, il malcontento dei fan e un nuovo presidente, possono aver contribuito all'addio di Castle

La cancellazione di Castle, dopo otto anni di onorata carriera, come molti sapranno, non è stata esattamente una questione indolore, sia per i fan della serie che per i membri del cast.

Il tutto è cominciato con lo scioccante annuncio, a circa metà della messa in onda della stagione 8, che Stana Katic – la protagonista della serie – e Tamala Jones, non sarebbero tornate sul set nel caso di rinnovo della serie. La sollevazione popolare che la dichiarazione ha causato è stata quasi immediata ed i fan si sono ribellati all’idea inconcepibile che la serie, basata sul rapporto tra Castle e la sua musa Beckett, potesse continuare senza la sua protagonista. I motivi che hanno portato il network a licenziare – di fatto – la Katic, restano tutt’ora un mistero, sebbene abbiano cominciato a girare insistentemente voci su un’atmosfera sul set resa ormai irrespirabile dagli attriti tra Nathan Fillion e Stana Katic che non nascondevano più di detestarsi cordialmente. Hanno cominciato a fare capolino diverse fonti che sembravano confermare quelle che, fino allo scorso anno, erano state solo voci che serpeggiavano tra gli addetti ai lavori.
Stana Katic e Nathan Fillion si odiano,” ha pubblicato per esempio US Magazine citando appunto una fonte anonima. “Non si parlano al di fuori del set e questa cosa va avanti da parecchie stagioni. Le cose quest’anno sono sfuggite talmente di mano che il network li ha fatti andare in terapia di coppia. L’attrito tra i due era evidente, Nathan si è comportato in maniera odiosa con Stana per molto tempo e lei si è sempre stata professionale, voleva solo fare il suo lavoro.
Stana si rifugiava nel suo camerino a piangere,” ha aggiunto una fonte a Us Weekly.molte persone che lavorano nello show non piace Nathan, non è solo un problema di Stana.
A causa di queste voci, l’agente di Stana Katic però, in un’intervento con Deadline ha completamente escluso che tra i due ci fossero problemi di qualsiasi natura, imputando il licenziamento della Katic a motivi di budget.

Quali che siano state le voci e le smentite sul rapporto tra i due protagonisti – come spesso accade la verità, probabilmente, sta nel mezzo – i fatti sono che l’ottava stagione di Castle, pur non avendo avuto ascolti terribili, ha tuttavia registrato i rating più bassi di sempre (la media è stata 1.8 nella classe di età 18-49 e circa 9 milioni di spettatori), che, sicuramente, non hanno contribuito ad invogliare il network al rinnovo, soprattutto quando stava ancora cercando di arginare le conseguenze della reazione dei fan alla notizia del licenziamento della Katic.

Gli ascolti bassi, inoltre, si sono sicuramente tradotte in minori entrate pubblicitarie. Combinando questi due elementi con il fatto che le spese di uno show aumentano con l’età, soprattutto a causa dei contratti dei protagonisti che, di anno in anno, chiedono maggiori introiti, si può facilmente capire come nascano seri problemi di budget. Sebbene è difficile che uno show come Castle sia stato cancellato solo per motivi di soldi (dopotutto la ABC stava seriamente pensando di rinnovare la serie rivoluzionandone la natura), certamente il problema “denaro” ha pesato sulla decisione finale.

Un altro elemento che può aver contribuito alla cancellazione della serie, potrebbe essere inoltre stato il cambio della guardia ai vertici della ABCPaul Lee, che aveva preso le redini del network nel 2010, le ha lasciate, proprio nel 2016, a Channing Dungey. Non è una novità che i nuovi vertici di un network portino di solito a grandi cambiamenti e non è difficile immaginare che un presiedente entrante possa preferire, per così dire, liberarsi della patata bollente, ponendo fine alla messa in onda di uno show tanto problematico come Castle, piuttosto che accettare il rischio di “cominciare il proprio regno” sotto un mare di critiche.

In conclusione, se avessimo potuto stilare una lista di pro e contro per cui Castle avrebbe dovuto essere rinnovato, il risultato logico sarebbe probabilmente stato che la lista dei “contro” sarebbe risultata penosamente lunga.
E voi cosa ne pensate? Avreste voluto vedere Castle rinnovato dopo la stagione otto?