The Flash: Andrew Kreisberg parla del finale di stagione e delle ripercussioni sulla seconda stagione [spoiler]

Il produttore esecutivo di The Flash risponde ad alcuni interrogativi sollevati dal finale di stagione "Fast Enough", ma lo fa in maniera soddisfacente?

E’ difficile, se non impossibile, non essere rimasti con il fiato sospeso dopo il finale della prima stagione di The Flash, non solo al causa del cliffhanger che ci ha lasciato letteralmente in sospeso con Barry nel tentativo di sconfiggere un gigantesco buco nero che rischia di radere al suolo Central City e tutto il mondo conosciuto, ma anche per la difficile scelta del protagonista stesso, posto di fronte alla decisione di salvare la sua famiglia, cambiando però irrimediabilmente il suo futuro, insieme a quello delle persone che ama, per non parlare poi della perdita di uno dei protagonisti che ci ha accompagnato in questa prima stagione, Eddie (Rick Cosnett), il quale decide di sacrificarsi per sconfiggere Eobard Thawne/Reverse-Flash (Tom Cavanagh).

Il finale “Fast Enough” ha anche sicuramente lasciato il pubblico con una serie di interrogativi di non poco conto ai quali, in maniera non del tutto soddisfacente, Andrew Kreisberg ha risposto in un’intervista rilasciata a The Hollywood Reporter, soprattutto quando si parla di come gli autori affronteranno la questione più spinosa sollevata dalla morte di Eddie e cioè come sia possibile che il suo sacrificio che ha, di fatto, portato alla cancellazione dell’esistenza di Eobard Thawne/Reverse-Flash, non abbia anche immediatamente cambiato il presente, riportando in vita tutte le vittime di Thawne che, non essendo mai esistito, non avrebbe nemmeno mai dovuto aver ucciso.

Da quanto sapevate che Eddie si sarebbe sacrificato?
Quando abbiamo deciso di chiamarlo Thawne, lo abbiamo fatto con la speranza che il pubblico sospettasse che Eddie fosse Reverse-Flash a causa del suo nome. Abbiamo sempre saputo che Eddie era un suo antenato, ma non eravamo sicurissimi su come finire la stagione. Ma a causa di come i fatti sono evoluti, ci è sembrata la cosa migliore da fare con il suo personaggio. Come con Colin Donnell [il Tommy di Arrow, morto nel finale della prima stagione], è stata letteralmente la cosa peggiore che potessimo fare per noi stessi, come autori, produttori ed amici, perché amiamo tutti Rick sia a livello personale che professionale e pensiamo che sia stato un fantastico Eddie per tutta la stagione. Siamo diventati tutti molto amici. Ma a volte la storia si racconta quasi da sola, anche se questo può spezzarti il cuore e noi sapevamo che questo era il modo con cui porre fine alla stagione.

Come è stato l’ultimo giorno di Rick sul set?
Normalmente l’ultimo giorno in un set è piuttosto normale. Ma in questa occasione abbiamo girato proprio la scena della sua morte. E’ stato un giorno complicato a livello di effetti speciali, a causa di quello che dovevamo ottenere, ma lo è stato anche a livello emotivo. Non era solo il finale di una stagione in cui tutti nella troupe e nel cast hanno fatto davvero del loro meglio per rendere questo show il migliore possibile e renderlo incredibilmente emozionante. Proprio come era successo con Collin Donnell, avevamo detto a Rick cosa sarebbe accaduto molto prima, perché non volevamo che lo leggesse sul copione e rimanesse sorpreso. Appena lo ha saputo, ha persino migliorato la sua prestazione. E’ avvenuto a livello subconscio, le sue performance sono migliorate, il che ovviamente ha reso il tutto persino più difficile per noi. Rick ha dato il meglio di sé in questi ultimi episodi, proprio come Colin, non posso davvero che dire il meglio su di lui.

Eddie tornerà?
La cosa fantastica dei nostri show – lo avete visto con Colin Donnell e Caity Lotz [la cui Sara, morta in Arrow, tornerà con lo spinoff Legends of Tomorrow] – è che solo perché sei morto, no significa che tu non possa tornare. Specialmente nel mondo di The Flash, che ha a che fare con i viaggi nel tempo e con fantascienza davvero di alto livello, ci sarà sempre un modo per far tornare Eddie e noi speriamo che Rick lo faccia.

Come funziona il sacrifico di Eddie? Eobard scompare – ma tutto quello che ha fatto ancora esiste.
Speriamo che il nostro viaggio nel tempo spieghi l’accaduto. Non cancella completamente tutti i loro ricordi di Eddie ed ogni altra cosa, ma ha l’effetto desiderato che “il danno subito dal personaggio di Eddie, sia un danno subito dal personaggio di Tom Cavanagh.”

Come avete posto le basi del sacrificio di Eddie?
Eddie ha avuto molti problemi in queste ultime settimane a sentir parlare del futuro e di come non ci fosse un posto per lui in quel futuro. Non doveva credere nell’interpretazione che Wells dava del suo futuro, doveva fare le sue scelte ed in pratica decideva di rimettersi con Iris, il che rende poi il suo sacrificio persino più difficile. Non lo ha fatto perché non aveva più nulla per cui vivere, lo ha fatto perché aveva molto per cui vivere.

Quanto è accaduto che significato ha per il futuro di Tom Cavanagh nello show? 
Tom Cavanagh tornerà, non è nemmeno in discussione. Tom Cavanagh continuerà ad essere uno dei protagonisti.

Questa stagione è stata pianificata molto bene e con il giusto anticipo. E’ lo stesso approccio che avrai con la seconda stagione, costruirai un piano anche per la prossima?
Non per farci i complimenti da soli, ma se guardi il pilot ci sono indizi di ciò che accadrà lungo tutta la stagione. Abbiamo fatto la stessa cosa per la prima metà della seconda stagione e speriamo di aver creato una struttura ed uno scenario per la seconda che le persone troveranno altrettanto soddisfacente ed interessante. Parte di questi eventi sono già stati impostati nella prima stagione proprio come facciamo in Arrow, in cui, senza nemmeno rendercene conto, verso la fine, già stiamo ponendo le basi di quella successiva. Una volta che le persone tornano per la seconda stagione, ripenseranno ad alcuni episodi di quella precedente e diranno “oh, aspetta un minuto, capisco da dove ha origine questa cosa!”

Hai detto che nella seconda stagione verranno introdotti più Speedster. Sarà una delle trame principali commessa ai cattivi della prima stagione?
Sì. Introdurremo un paio di altri speedster il prossimo anno ed altri cattivi. Ma come loro ed i nuovi cattivi sbucheranno fuori, fa parte delle sorprese per la prossima stagione. Siamo molto impazienti di dimostrarlo. [Il produttore esecutivo] Greg [Berlanti], [il produttore esecutivo] Geoff Johns, gli autori ed il sottoscritto, il cast, la troupe ed i registi – siamo molto fieri di questa stagione. Abbiamo davvero lavorato tutti al meglio e sentiamo una certa pressione ed ansia di dover ripetere questa prestazione, perché la stagione è stata accolta davvero molto bene. Per quanto orgogliosi ed eccitati siamo per il lavoro che abbiamo fatto, siamo anche molto fieri ed orgogliosi di tutte le cose che abbiamo pianificato per il futuro e speriamo che il pubblico continui a fare questo viaggio con noi.