0 Shares 19 Views
00:00:00
11 Dec

La CBS ammette la mancanza di diversità etnica e di genere nei casting

Teresa Soldani
12 agosto 2017
19 Views

E’ in atto un cambiamento“, ha sottolineato il neo responsible della CBS entertainment, Kelly Kahl ai Television Critics Association, di fronte alla stampa, trovandosi nella difficile posizione di dover affrontare il problema della mancanza di diversità culturale nei casting del network.

ARGOMENTI CORRELATI – HAWAII FIVE-0: GRACE PARK E DANIEL DAE KIM FUORI DALLA SERIE

Kahl ha ammesso che nelle nuove serie della CBS, in cui spicca quest’anno Shemar Moore nel ruolo del protagonista in S.W.A.T., la percentuale della varietà etnica degli attori che recitano negli show è aumentata, fino a toccare il 60%:
Ci stiamo decisamente muovendo nella giusta direzione, stiamo facendo dei progressi“.

Nonostante queste cifre sembrino dare ragione a Kahl , tuttavia, la CBS sembra soffrire per una drammatica mancanza di rappresentanza di serie con protagoniste femminili, una circostanza che non è sfuggita ad una superstar di Hollywood, Jessica Chastain, che ha deciso di usare la piattaforma di Twitter per denunciare il problema linkando un articolo di The Wrap che affrontava la questione.

Il vice presidente esecutivo della CBS, Thom Sherman, ha ovviamente parlato della cosa, sottolineando come lo scorso anno il network avesse “diversi pilot con donne protagoniste in lavorazione” che non sono poi per coincidenza stati promossi a serie dalla CBS e di essere “sicuro che miglioreranno la rappresentazione femminile nelle nostre serie“.

Proprio a proposito della questione della della varietà etnica rappresentata nelle serie CBS era impossibile non venisse citato il caso Hawaii Five-O, show che ha rinunciato a Grace Park e Daniel Dae Kim, due attori di origine asiatica dopo che le contrattazioni per un rinnovo del loro contratto si sono arenate quando entrambi, che sono nella serie dai suoi esordi, hanno chiesto di essere pagati tanto quanto i protagonisti Alex O’Loughlin e Scott Caan.
In un post di Facebook scritto per i propri fan, Kim aveva scritto:
Il cammino verso l’equità non è mai facile“, un’osservazione alla quale lo showrunner Peter M. Lenkov aveva risposto che la dirigenza del network era stata “molto generosa nelle loro offerte ai due attori, proponendo loro un aumento senza precedenti per due attori non protagonisti, ma che entrambi avevano deciso di rifiutare tale proposta“.

A tale proposito, Kahl, messo sotto torchio ai TCA, ha dichiarato:
Amiamo entrambi gli attori e non volevamo perderli, abbiamo fatto un serio tentativo di raggiungere un accordo offrendo loro parecchi soldi, ma la realtà, con serie che durano da lungo tempo è che a volte perdi i membri del cast, come accaduto con CSI, Grey’s Anatomy e SVU. Ad un certo punto del cammino, c’è sempre un cambio della guardia“.

Anche se bisogna obiettare a questa dichiarazione che le eccezioni ci sono, come nel caso di Bones, che in 12 anni è andato avanti senza sostanzialmente cambiare il proprio cast, con una sola eccezione, ma non dovuta ad una disputa contrattuale.

L’ottava stagione di Hawaii Five-O andrà in onda negli Stati Uniti venerdì 29 settembre sulla CBS.

Vi consigliamo anche