La lunga strada di Melissa Benoist per diventare Supergirl

Supergirl andrà in onda negli Stati Uniti il 26 ottobre 2015.

In uno show dal titolo Supergirl, lo capirete bene, la scelta più difficile e delicata per tutte le persone coinvolte è stata sicuramente quella dell’attrice protagonista, soprattutto considerato il fatto che sono trascorsi circa 40 anni da che qualcuno, dopo il 1975 con Wonder Woman e Lynda Carter si decidesse a riportare sul piccolo schermo la figura di un supereroe al femminile.
Ma ormai si sa, dopo il grande successo di critica e pubblico di Arrow, The Flash e Marvel’s Agents of S.H.I.E.L.D. gli ultimi anni sono stati particolarmente fortunati per i supereroi in TV, quindi Supergirl, dopo Smallville,  non poteva certo mancare all’appello.

Proprio come è successo con Stephen Amell per Arrow e Grant Gustin per The Flash, entrambi primi ad essere provinati per la parte, la ventiseienne Melissa Benoist, conosciuta dal pubblico grazie al suo ruolo in Glee, è stata vista per prima da Greg Berlanti e Andrew Kreisberg per la parte della giovane Kara e, proprio come da tradizione, è immediatamente piaciuta, portando nel personaggio una tale carica di vitalità da influenzare persino la stesura del copione del pilot che era in fase di completamento proprio nello stesso periodo.

Nonostante quindi la Benoist sia piaciuta subito, il sì definitivo, considerata la delicatezza della scelta non è arrivato immediatamente, “alcune persone,” ha raccontato la stessa attrice “erano esitanti a causa della mia limitata esperienza.
Volevano essere tutti sicuri della scelta,” ha aggiunto Berlanti. “Sapevamo tutti che era la decisione più importante per lo show ed eravamo invasi dalle iconiche immagini dei fumetti di una giovane donna dai folti capelli biondi e gambe incredibili.

Quando è arrivata finalmente la bella notizia di essere stata scelta per il ruolo, la giovane non stava più nella pelle, ma il difficile doveva ancora arrivare con la produzione del pilot, sottoposto, dopo che le riprese si sono concluse, al severo giudizio di un focus group che ne ha testato la validità. Nonostante la reazione poco positiva ad alcune scene, come quella in cui il cattivo di turno colpisce Supergirl, il pilot è piaciuto e a maggio lo show è stato promosso a serie. Quasi subito il pilot è finito in rete, sulla piattaforma BitTorrent, diventando virale e, nonostante in molti abbiano lasciato intendere che questa fosse una mossa pubblicitaria da parte della CBS per spingere sulla serie, lo stesso Berlanti ha negato fermamente la cosa. “Assolutamente no, quando succedono queste cose è come andare al ristorante e uscirne senza aver pagato il conto.” Mossa pubblicitaria o meno, la reazione dei fan è stata decisamente positiva ed il pilot ha riscosso un incredibile successo di pubblico.

Certo, pilot a parte, ora non resta che vedere come sarà il resto della stagione e  se risponderà alle aspettative del pubblico. Ma al giorno del giudizio manco ormai davvero poco, perché Supergirl andrà in onda sulla CBS a partire dal prossimo 26 ottobre.