Marc Guggenheim riassume tutti gli spoiler per la quarta stagione di Arrow

Tutto quello che volevate sapere sulle anticipazioni della quarta stagione dello show della CW

La quarta stagione di Arrow, così è stato promesso ai fan sin dal Comic-Con di San Diego, avrà un tono più leggero rispetto alle vicende della terza che hanno, in un certo senso, chiuso un ciclo: quello della narrazione delle origini di Green Arrow, Freccia Verde, il vigilante di Star City, per come gli appassionati lo conoscono nei fumetti.

Sin da quando Slade Wilson [Manu Bennett] arrivò in città, era la seconda stagione, lo show ha sempre prediletto atmosfere molto gotiche, che hanno condotto fino alla morte di  Sara [Caity Lotz] e che sono culminate nel finale della terza stagione,” ha spiegato il produttore esecutivo Marc Guggenheim in un’intervista a EW. “Il nostro intento era far tornare lo show ai toni della prima stagione.

Come i fan avranno già avuto modo di constatare grazie ai promo rilasciati fino ad ora, l’ultimo dei quali include persino una proposta di matrimonio interrotta, da parte di Oliver (Stephen Amell) a Felicity (Emily Bett Rickards), dopo gli eventi della terza stagione, ritroveremo Oliver  in una disposizione d’animo completamente diversa e la serie “sarà ancora l’Arrow di una volta, ma, allo stesso tempo, Oliver avrà avuto l’opportunità di vivere una vita nuova,” ha aggiunto Guggenheim. “Quindi l’atmosfera conflittuale dello show sarà diversa da quella dei primi tre anni, sarà ancora Arrow, ma con un occhio diverso allo show.

A Star City, il Team Arrow, guidato adesso da Diggle (David Ramsey), è riuscito a tenere la città al sicuro con grande abilità, fino a che non verrà presentato il nuovo personaggio di Damien Darhk (Neal McDonough), a capo della H.I.V.E. e nemico giurato di Ra’s al Ghul (Matt Nable). “Diversamente dai cattivi che abbiamo avuto, che facevano la cosa sbagliata per le giuste ragioni, in Damien Darhk non c’è nulla da redimere, è il male allo stato puro e non si fermerà di fronte a niente per raggiungere i suoi scopi. All’inizio della stagione, scopriremo che ha cominciato a far sentire la sua influenza in città già tre mesi, periodo nel quale il Team Arrow ha cercato di tenerlo a bada, ma poi accadrà qualcosa nella premiere che sarà la famigerata goccia che fa traboccare il vaso e che spingerà Laurel [Katie Cassidy] e Thea [Willa Holland] ad andare da Oliver e chiedergli di tornare.

Ma Oliver nel frattempo sarà molto cambiato. “Sarà come trovarsi di fronte un uomo nuovo che ha sofferto per tre anni di sindrome post traumatica da stress e che ne è finalmente uscito,” ha spiegato Guggenheim. “Ormai i demoni che lo perseguitavano non ci sono più, o così lui crede, e c’è una certa leggerezza in lui, dovuta a tutte le cose che ha vissuto nell’ultimo anno.” Nel momento in cui indosserà il nuovo costume, quindi, sarà un uomo con una “ritrovata fiducia nell’umanità. Non penserà più a liberarsi dell’eredità di suo padre, quanto a costruire la sua.

Tuttavia, non tutti saranno contenti del ritorno di Oliver: “Diggle era il più arrabbiato con Oliver per le scelte che ha fatto nella terza stagione e certamente è colui che più si oppone al suo ritorno e che dimostrerà di non gradire di essere costretto a lavorare al suo fianco.” Ma Diggle è anche ansioso di affrontare Damien Darhk, la cui organizzazione è responsabile della morte del fratello. “E’ un sentimento che dominerà Diggle per tutta la prima metà della stagione e l’uomo sarà molto freddo nei confronti di Oliver.

Questa stagione, inoltre, si focalizzerà maggiormente anche sugli altri membri del Team Arrow, per Felicity lo show “non definirà il suo ruolo solo in base alla sua relazione con Oliver,” ha aggiunto il produttore esecutivo, spiegando come la ragazza prenderà il posto di Ray Palmer (Brandon Routh) alla guida di quella che un tempo era la Queen Consolidated. “Si troverà di fronte a delle sfide inaspettate, ma questo ci darà l’opportunità di mostrare un lato ancora sconosciuto di Felicity, che è ancora la stessa ragazza divertente, stramba e piena di ideali, ma che ora è anche il direttore generale di una corporazione. Sarà quindi molto più forte e sicura di sé in aggiunta a tutte le sue magnifiche qualità che il pubblico già conosce.

La storia di Thea, in un certo senso, farà ripercorrere agli spettatori la trama iniziale dello show, quando la giovane si ritroverà ad affrontare i pro ed i contro di essere un super eroe. “Sin dalla prima stagione non abbiamo fatto grandi sforzi per far mantenere ad Oliver il segreto sulla sua identità, ma è qualcosa con cui invece giocheremo con Thea, mentre ci inoltreremo nella stagione e lei cercherà di bilanciare la sua vita personale con l’essere un super eroe, che è qualcosa che non ha mai dovuto fare prima.” La sua vita personale includerà infatti un nuovo interesse amoroso, nei panni di Alex Davis (Parker Young), oltre a un ambiguo rapporto con Lonnie Machin, alias Anarky (Alexander Calvert), un criminale psicotico che sarà una vera minaccia nel secondo episodio. Dai promo, sappiamo inoltre che Thea comincerà a soffrire a causa degli effetti collaterali del Pozzo di Lazzaro, lo stesso che verrà usato per riportare in vita Sara con l’aiuto di Constantine (Matt Ryan). “Per Sara le cose succederanno in maniera diversa che per Thea, per dirla in parole povere, lei è più morta di quanto non lo fosse Thea, quindi avevamo bisogno di qualcuno che in pratica la facesse risorgere e che riportasse indietro la sua anima. Siamo stati felicissimi di poter avere Matt Ryan nello show, è il personaggio perfetto per coprire questo ruolo.

La risurrezione di Sara sarà dovuta a delle decisioni prese da Laurel, decisioni con cui poi la giovane dovrà convivere,” ha anticipato Guggenheim, rivelando anche come nella premiere ci sarà un evento molto importante che coinvolgerà Black Canary e che lascerà i fan senza parole. “Gli episodi in cui tratteremo il ritorno di Sara, saranno per Laurel tra i momenti più difficili che abbia mai vissuto e useremo Sara per esplorare il personaggio di Laurel non solo come persona, ma anche nei suoi rapporti con Thea e nella sua amicizia con Oliver.” L’assenza di Oliver le ha dato certamente l’opportunità di esplorare il suo potenziale come eroe. “Penso che i mesi in cui ha dovuto cavarsela da sola” ha spiegato la Cassidy, “le abbiano dato l’opportunità di brillare. Farà tutto ciò che potrà per la salvezza di Star City, cosa che faceva anche prima, ma seguendo le regole, come avvocato prima e procuratrice poi. Lei è sempre stata dalla parte della legge e questo è il suo momento di brillare e far parte della storia e dell’azione.

Per quanto concerne i flashback della stagione, vedremo Oliver alle prese con un’organizzazione criminale tutta nuova: la Shadowspire, guidata da Baron Reiter (Jimmy Akingbola) che Oliver incontrerà a Coast City (la città di Lanterna Verde). “Verranno fatti alcuni accenni all’eroe, ci sarà un cartellone pubblicitario e potrebbe anche comparire un certo anello nella premiere della stagione…

Arrow tornerà sugli schermi americani, mercoledì 7 ottobre.