News in pillole #2: la TV che vedremo

Notizie in pillole sulla televisione che verrà: True Detective 2, Daredevil su Netflix, le serie che hanno cambiato showrunner, il documentario Showrunners distribuito in tutto il mondo e visibile online, il Rocky Horror Picture Show della Fox ed i primi 6 episodi di Game of Thrones sfuggiti alle maglie di Internet

L’attesa per la seconda stagione di True Detective è quasi finita!

In pochi appassionati di serie TV non conoscono il successo della HBO “True Detective” e per chi stesse impazientemente attendendo l’arrivo della seconda stagione, con tutte le novità che porterà, siamo lieti di annunciare che l’attesa non è poi così lunga. Il 21 giugno True Detective 2 approderà infatti nella case americane, e la HBO ha deciso di solleticare il palato dei molti fan in attesa con un promo che, per la prima volta, mostra al pubblico i protagonisti della stagione: Ray Velcoro (Colin Farrell), Paul Woodrugh (Taylor Kitsch), Ani Bezzerides (Rachel McAdams) ed il presunto cattivo Frank Semyon (Vince Vaughn).

Daredevil sbarca su Netflix

Sempre in tema di promo, la scorsa settimana è sbarcato su Netflix l’attesissimo Daredevil, che – nel suo account Twitter ufficiale – il 9 aprile ha rivelato al pubblico il suo costume. La prima stagione, composta di 13 episodi, è stata interamente rilasciata sulla piattaforma ed è stata accolta con ottime critiche e altrettanto entusiastiche reazioni del pubblico, confermando come, negli ultimi anni, l’ondata del successo dei supereroi dei fumetti, non accenni a diminuire.

Showrunner che vengono, showrunner che vanno…

Armando Iannucci creatore di Veep annuncia l’abbandono della serie, sostituito da David Mandel.
E’ da un po’ che parliamo con Armando di quanto sia impegnativo avere la sua famiglia a Londra e produrre uno show negli Stati Uniti.” ha dichiarato la HBO spiegando le ragioni dell’abbandono da parte di Iannucci. “Armando non è rimpiazzabile, ma siamo fiduciosi che Veep continuerà ad essere prodotto agli stessi livelli con il nuovo showrunner David Mandel. David ha lavorato con la HBO per molti anni come produttore esecutivo, scrittore e regista in Curb Your Enthusiasm.
Ma la serie della HBO non è l’unica quest’anno ad aver detto addio al proprio creatore, poco prima di un rinnovo che ha colto molti di sorpresa, considerati gli ascolti non proprio brillanti ottenuti nella seconda stagione, Mark Goffman, showrunner di Sleepy Hollow ha lasciato lo show. L’autore ha firmato un contratto di due anni con la CBS per sviluppare nuovi progetti, nel suo carnet, spiccano successi come White CollarThe West Wing, Studio 60 e Law & Order: SVU. A sostituire il suo predecessore è nel frattempo arrivato Clifton Campbell (The Glades):
Ho avuto il piacere di lavorare con Clifton in The Glades e White Collar, è un produttore eccellente e non vediamo l’ora di vedere cosa questo team ha in programma per la terza stagione di Sleepy hollow,” ha dichiarato il presidente della FOX David Madden.

Showrunners – il film è online!

Tempo fa vi avevamo parlato di un illuminante film dedicato a tutti gli appassionati di serie TV, curiosi di sapere cosa accada dietro le telecamere, mostrato in un un documentario dal titolo Showrunners.
Pochi giorni fa questo entusiasmante excursus nella vita lavorativa dei creatori delle serie televisive più amate dal pubblico, è stato distribuito in tutto il mondo ed è ora disponibile per la visione anche in Italia, chi volesse fare questo viaggio nel misterioso mondo della TV, può affittare il docufilm per una sola visione per 4,99 dollari o acquistarne una copia per 12,99 dollari all’indirizzo Showrunnersthemovie.com
La visione è caldamente consigliata a tutti coloro che vogliono avere il privilegio di vivere una giornata tipica di lavoro di mostri sacri come JJ ABRAMS, MATTHEW CARNAHAN, STEVEN S. DEKNIGHT, CHRIS DOWNEY, JANE ESPENSON, HART HANSON, KURT SUTTER, JOSS WHEDON e molti altri.

La Fox e il Rocky Horror Picture Show

Il network ha annunciato nel giorni passati il rifacimento del cult del 1975 che sarà diretto, prodotto e coreografato da Kenneth Ortega (High School Musical). Il progetto, che ha l’intento di celebrare i 40 anni dal musical originale, intitolato al momento The Rocky Horror Picture Show Event, è attualmente in fase di casting.

game-of-thrones-season-5

I primi 4 episodi di Game of Thrones spuntano illegalmente su Internet

I primi quattro episodi dell’attesissima quinta stagione di Game of Thrones, andata in onda domenica negli Stati Uniti ed in Italia in esclusiva su SKY Atlantic lunedì 13 aprile in versione originale sottotitolata alle 3.00 in contemporanea con gli USA, sono comparsi online nella notte tra sabato e domenica in una versione a bassa qualità normalmente fornita alla stampa per le recensioni in anteprima delle nuove stagioni (screener), inutile dire che – in pochissime ore – i quattro episodi incriminati erano disponibili su quasi tutti i siti di download illegali originati, apparentemente, da uno screener inviato nelle Filippine. In una dichiarazione ufficiale, seguita alla notizia della presenza degli episodi nella rete, la HBO ha affermato di stare attivamente cercando i responsabili di questa fuga di notizie.
In Italia, dopo la premiere sottotitolata, in replica alle 22.10 di oggi, sarà possibile seguire la quinta stagione  in versione doppiata a partire dal 20 aprile, sempre su SKY Atlantic.