Patrick Dempsey parla della sua uscita da Grey’s Anatomy

Dopo 11 anni nei panni dell'iconico McDreamy, Patrick Dempsey parla della sua uscita dalle serie della ABC

Come vi avevamo già anticipato, Patrick Dempsey, interprete di Derek Shepherd, il protagonista dell’amatissima serie Grey’s Anatomy, nel controverso e seguitissimo episodio di venerdì scorso, ha dato l’addio alla serie in maniera piuttosto tragica ed in un’intervista esclusiva rilasciata a Entertainment Weekly ha parlato del suo ultimo giorno sul set in maniera un po’ dolce-amara, “è stato molto tranquillo e molto poetico. Sono entrato in macchina, sono entrato nel traffico dell’ora di punta e due ore dopo ero a casa,” oltre a cosa sia significato per lui far parte per 11 anni della grande famiglia di uno degli show di punta della ABC ed a chi si chiede se l’attore sia stato d’accordo sul modo in cui il protagonista della serie sia stato fatto uscire di scena, lasciamo giudicare attraverso le sue stesse parole:

anatomy

Shepherd è un personaggio amato. Le persone non vogliono perderlo, è stato nelle loro vite per 10 anni. Le cose sono successe molto velocemente, ci siamo detti ‘ecco come finirà’. Penso che il modo in cui accadrà sarà un vero shock per i fan. Sarà di forte impatto, sono ansioso di vedere quale sarà la loro reazione.

L’uccisione di uno dei personaggi principali di una serie, non è una cosa così poco comune, è accaduto in Downton Abbey con Matthew Crawley (Dan Stevens) o in The Good Wife con Will Gardner (Josh Charles), ma erano morti decise a tavolino, uscite di scena dei personaggi causate da problemi contrattuali, sia Dempsey, che la sua costar Ellen Pompeo invece, avevano firmato nel 2014 un contratto di due anni e anche se la serie non è ancora stata rinnovata per la prossima stagione, l’attore sarebbe potuto/dovuto rimanere almeno fino al 2016, ma non è chiaro se la morte del suo personaggio all’inizio di questi due anni di contratto fosse già stata decisa a tavolino e né il network né Dempsey hanno chiarito la questione. Quando gli è stato chiesto cosa abbia portato alla sua uscita di scena l’uomo ha risposto: “E’ successo tutto in maniera molto organica. Non ricordo la data, non era in autunno, forse febbraio o marzo…è successo molto velocemente.” Sapeva che ci sarebbero state tante allusioni alla sua morte? “Ne abbiamo parlato molto,” ha spiegato. Ne è rimasto sorpreso? “No, non particolarmente, è stato un susseguirsi di eventi naturale ed il modo in cui tutto si è svolto è stato organico, è stato, okay! Questo doveva essere decisamente il momento giusto. E poi è stata solo questione di… questa è una domanda per Shonda.

Ma la showrunner, volente o nolente conosciuta dal pubblico per aver scritto la morte di molti dei personaggi più amati della serie, al di là della dichiarazione che ha già rilasciato, non ha aggiunto nulla sulla vicenda, mentre gli altri membri del cast, si sono limitate ad alcune sporadiche dichiarazioni, come Chandra Wilson (Miranda Bailey) che ha detto “Patrick Dempsey sarà sempre ricordato come il McDreamy di Grey’s Anatomy’s. Derek Shepherd è parte permanente della storia della televisione e la relazione Meredith/Derek è uno degli argomenti principali a cui gli spettatori sono rimasti profondamente legati per anni.” Né la Pompeo né Justin Chambers (Alex Karev) hanno commentato l’accaduto e lo stesso Dempsey non ha che parole di affetto per la sua compagna sullo schermo per così tanti anni e quando gli è stato chiesto di dire quale fosse la caratteristica che ha reso celebre la loro storia d’amore, l’attore ha risposto con gli occhi lucidi di lacrime: “una meravigliosa chimica. E’ una magia, siamo come una coppia sposata. Sono trascorsi 10 anni ed è stato magico fin dal principio.

Ma l’uscita di McDreamy dalla serie non avrebbe dovuto cogliere esattamente i fan di sorpresa, visti appunto i tanti indizi ed il fatto che il suo personaggio era stato assente per sei mesi, “hanno cercato di tenere il segreto meglio che potevano,” ha spiegato Dempsey che ha anche detto di aver trascorso parte di quel periodo a fare alcune corse d’auto in Brasile, subito dopo aver annunciato la fine del suo matrimonio dopo 15 anni e quando gli è stato domandato sei suoi problemi personali abbiano avuto un peso sulla sua vita professionale, ha risposto “Sono un professionista e come tale mi chiudo la vita privata alle spalle.” Ma riconosce che i ritmi hanno sicuramente stati un peso per i suoi figli “10 mesi, 15 ore al giorno… senza conoscere mai i tuoi programmi e i tuoi figli ti chiedono ‘che fai lunedì?’ e tu non sai rispondere, perché non conosci i tuoi programmi in anticipo. farlo per 11 anni è una sfida, adesso voglio concentrarmi sul non fare troppe cose insieme. Quei giorni sono finiti.

Cosa ne pensate dunque della tragica uscita dell’attore dalla serie? Pensate che sia stata fatta giustizia al suo personaggio o credete che le cose sarebbero dovute andare diversamente? E che impressione vi hanno fatto le dichiarazioni lasciate dall’attore?