Scandal: la ABC non voleva la scena dell’aborto

Shonda Rhimes e Bellamy Young parlano delle pressioni del network per evitare la scena dell'aborto di Olivia.

In uno speciale di The Hollywood Reporter dedicato al giro di boa di Scandal dei 100 episodi, si è parlato di una delle scene più discusse dello show (se non dello scorso anno) che abbiamo visto nella quinta stagione in cui la protagonista, Olivia Pope (Kerry Washington) decideva di abortire il figlio concepito con il presidente degli Stati Uniti e suo amante Fitzgerald Grant, interpretato da Tony Goldwyn. La scena, pur non rivelando nulla di scabroso era piuttosto cruda, con la protagonista con indosso un camice da ospedale ed i piedi in posizione sopraelevata in un lettino da ginecologo. Seppure non venisse proferita parola, le implicazioni delle immagini trasmesse erano comunque evidenti, Olivia stava avendo un aborto senza aver condiviso la sua scelta con Fitz.

La scena è stata elogiata per aver mostrato l’aborto nella sua cruda semplicità, come una rapida procedura medica che non ha grosse ripercussioni fisiche su chi decide liberamente di prendere quella strada, ma la creatrice della serie Shonda Rhimes e Bellamy Young (che interpreta Mellie) hanno rivelato che qualcuno, alla ABC, non voleva che quella scena venisse girata.

La ABC voleva tagliare la scena dell’aborto di Olivia“, ha rivelato la Young e la Rhimes ha rivelato che, al tempo, disse ai dirigenti che non avrebbe ceduto a nessun tipo di pressione:
Gli dissi, ‘Fate pure, cambiate la scena, così faremo uscire centinaia di articoli in cui racconteremo quello che avete fatto’. Nella serie aveano parlato di una donna soldato che aveva abortito dopo essere stata stuprata e non avevamo mostrato nulla di diverso rispetto a quanto fatto vedere con Olivia – a loro perà non piaceva che fosse la protagonista a farlo. Era l’episodio di Natale, quindi – in sottofondo – abbiamo messo una musica natalizia“.

Non credo che l’aborto sia mai stato mostrato come scelta di una donna emancipata prima di allora ed è stata con il sottofondo delle note di Silent Night, c’è voluto fegato a scegliere proprio quella canzone” ha aggiunto la Young.

La Rhimes non faceva che andare dal supervisore della musica per chiedere:
Siamo sicuri che ad Aretha Franklin vada bene? Volevo essere certa che sapesse in quale scena sarebbe stata inserita la sua musica. Il suo entourage ha risposto che andava bene e allora ho smesso di chiedere. Questa cosa me l’ha fatta amare ancora di più, perché poi ho potuto dire che Aretha Franklin, un’artista che canta molta musica gospel era d’accordo con la scelta“.

La scena infine, nonostante le pressioni subite, è andata in onda esattamente come l’autrice la voleva e tutti hanno potuto vedere che l’aborto non è una procedura di cui vergognarsi, almeno questo era l’intento degli autori.

La sesta stagione di Scandal, va in onda negli Stati Uniti ogni giovedì sulla ABC.