Serie TV: la stagione dei Pilot

I pilot della ABC, CBS, NBC, FOX e CW: ecco quali sono stati già promossi a serie e quali sono in attesa di responso

La stagione dei Pilot è già cominciata da qualche tempo ed è lecito, a questo punto provare a tirare un po’ le somme e vedere quali siano i trend che ci aspettano nella prossima stagione televisiva, soprattutto considerato che sono stati presentati ai diversi network più di 60 episodi pilota, di cui una buona parte sono già stati promossi a serie. Sull’onda del successo di Empire, la prima osservazione che si può fare è lo sviluppo del genere soap/dramma familiare, come il sempre verde tema dei crime show/serie processuali ispirate al successo di pubblico di Making a Murderer o un nuova tendenza che sembra aver preso piede, tutta dedicata ai viaggi nel tempo.

Nello specifico la ABC ha ordinato ben 12 pilot di commedie e tutte possono essere descritte come una variazione sul tema “commedia familiare” con commedie autobiografiche come Chunk & Bean, Dream Team e The Fluffy Shop o drammi familiari con Speechless (che tratta la storia un bambino con bisogni speciali) o Pearl (in cui una famiglia deve affrontare lo spettro del cancro). Poi c’è la nuova produzione di Shondaland, dal genio di Shonda Rhimes, dal titolo Toast. Vi sono poi commedie che si occupano dei rapporti di coppia, come Guaracio (titolo ancora provvisorio) o la buffa Downward Dog in cui la protagonista a che fare con un cane parlante. Poi c’è Chunk & Bean, che prende spunto da una serie di eventi ad una veglia funebre ed il dramma Conviction, dalla penna di Liz Friedman. Per quanto riguarda il genere drammatico, l’unico pilot già promosso a serie è Designated Survior, in cui un membro del Gabinetto americano diventa Presidente dopo che un atto terroristico uccide tutti i membri del governo. Tra gli show la cui sorte deve essere ancora decisa, ci sono invece The death of Eva Sofia Valdez, che parla della vita di un’impresaria cubana la cui ambizione diventa il suo peggior nemico, The Jury, ispirato al film “La parola ai giurati”, Marvel’s most wanted, spinoff di The Agents of S.H.I.E.L.D., che seguirà le avventure di Bobbi Morse (Mockingbird), Model woman, una soap incentrata sulla vita di Bertie Geiss e della sua agenzia di modelle, Notorius, ispirato alla vita dell’avvocato Mark Geragos, noto difensore di delinquenti e del produttore Wendy Walker, Presence, che narra le avventure di Presence Foster, ex membro dell’esercito che si ritrova a fare l’investigatrice privata a Los Angeles, Spark, ambientato in un mondo alternativo in cui due famiglie vivono una faida senza fine, Still star-crossed, che narra cosa avviene sopo la morte di Rome & Giulietta, Time after time, ispirato al romanzo e al film omonimi che narravano le avventure di H.G. Wells e della sua macchina del tempo ed infine lo show, ancora senza titolo Meaghan oppenheimer project, ispirato alla vita di un avvocato divorzista di Dallas.

In casa CBS è stato ordinato invece lo show familiare The Kicker, dagli autori di  30 Rock che si aggiunge al pilot già promosso a serie How I Skyped your mother, dagli autori di How I Met Your Mother e alla serie ispirata ad uno show australiano Upper Middle Bogan. Per quanto riguarda le serie drammatiche, abbiamo invece Bunker hill, che segue le avventure di un appassionato della tecnologia della Silicon Valley e di un dottore dalla fama dubbia che creano un ospedale con un nuovo approccio alla medicina, Doubt, che narra la storia di Sadie Ellis (Katherine Heigl) un avvocato che ha una storia con un cliente la cui innocenza deve essere ancora provata ed infine Drew, una versione contemporanea del personaggio tratto dalla raccolta di romanzi dedicata a Nancy Drew.

Anche la NBC non fa eccezione e come ha confermato il presidente del network, le commedie saranno il principale focus della prossima stagione televisiva, con uno show ispirato alla vita del comico Marlon Wayans, una commedia scritta da Amy Poehler e Charlie Grandy e una sorta di opera autobiografica scritta dagli ex autori di 30 Rock Matt Hubbard e Tracey Wigfield. Per le serie drammatiche abbiamo invece: Heavenly creatures, che narra la storia di un eroe di guerra a cui una creatura del Paradiso offre l’opportunità di cambiare il mondo, Midnight Texas, storia di vampiri, streghe, lupi mannari ed angeli ambientata nella cittadina texana di Midnight, Miranda’s rights, una sopa su un gruppo di avvocati idealisti che lavora e vive insieme, Take, già promosso a serie e prodotto, tra gli altri da Luc Besson, prequel dell’omonimo film del regista ed infine Time, che segue le avventure di uno strano trio che viaggia nel tempo.

 Al momento la FOX ha ordinato solo tre commedie, delle quali fa parte la commedia animata Son of Zorn, già promossa a serie. Tra le tante serie drammatiche abbiamo invece: 24: Legacy, dalla serie 24 una serie con un nuovo cast, con protagonista Corey Hawkins (The Walking Dead), A.P.B., in cui un milionario, in seguito all’omicidio di una persona amata acquista un distretto di Polizia sull’orlo della rovina per rimetterlo in piedi, The Exorcist, ispirato al famoso romanzo del 1971 di William Blatty, da cui nacque anche l’omonimo film, Pitch, che narra le avventure della prima donna lanciatrice del baseball a giocare nella Lega Nazionale, Prison Break, già promosso a serie, miniserie evento di 10 episodi, sequel dell’omonimo show, Recon, che parla di un agente dell’FBI che si infiltra in una famiglia di sospetti terroristi, Shots Fire, anch’essa già promossa a serie, che segue le indagini di un’investigatrice su una serie di sparatorie avvenute in una piccola città del Tennessee, la serie senza titolo di  Lee Daniels, che parla di un gruppo di tre cantanti che forma un gruppo nella speranza di diventare famose ed infine Zoobiquity, dai produttori di Bones Jon Collier e Stephen Nathan, la serie tratta di uno strano duo un famoso cardiologo ed un veterinario che si collaborano insieme che esplorano i segreti della medicina in una maniera rivoluzionaria e mai provata prima.

Per quanto concerne The CW, al momento si hanno notizie solo circa le serie drammatiche che, potenzialmente, potremmo vedere sui nostri schermi la prossima stagione, anche se il presidente del network Mark Pedowitz ha dichiarato di essere alla ricerca di materiale “particolare ed incentrato sulla famiglia“. Per quanto riguarda gli altri show, abbiamo: Frequency, in cui un detective della polizia scopre di riuscire a parlare con il padre morto attraverso le frequenze radio, No tomorrow, con una donna in carriera che si innamora di un uomo convinto che l’apocalisse sia imminente, Riverdale, promosso di recente a serie, ambientato ai giorni nostri e basato sul fumetto Archie, Transylania, anch’esso già promosso a serie, ambientato nel 1880, narra la storia di una giovane donna in viaggio da NYC alla Transylvania in cerca del padre scomparso, la quale, insieme ad un ex agente di Scotland Yard, assiste alla nascita dei più famosi mostri e cattivi della storia, lo show senza ancora un titolo, ma già promossa a serie, ambientato su Marte, narra la storia della prima colonia che abiterà il pianeta ed infine un’altra serie, senza ancora un titolo ufficiale che si occuperà del paranormale e che narra la storia di una giovane donna che si rivolge ad un parapsicologo quando comincia ad avere esperienze paranormali.