Thomas Gibson sospeso dal set di Criminal Minds per due episodi

L'attore che interpreta Aaron Hotchner sospeso dalla serie per aver dato un calcio ad un autore durante un acceso alterco

Come riportato da diversi siti, sembra che l’attore Thomas Gibson, che interpreta il capo del team, Aaron Hotchner, in Criminal Minds fin dal suo debutto nel 2005, sia stato sospeso dalla serie dopo aver dato un calcio su una gamba ad un autore, di cui non si conosce l’identità, in seguito ad un acceso alterco sul set della serie.

L’attore era impegnato nella direzione e nella recitazione di una particolare scena del terzo e del quarto episodio – Gibson ha diretto già sei puntate di Criminal Minds negli anni, – quando è scoppiato un litigio con un autore a causa di divergence creative, litigio che si è inasprito fino ad uno scoppio d’ira dell’attore che avrebbe dato un calcio nella gamba al suo “avversario“.

Dopo lo scontro, la vittima di questo attacco fisico, ha chiamato il suo agente, che a sua volta ha contatto la dirigenza della CBS che si è vista costretta a prendere seri provvedimenti nei confronti di Gibson e della sua spropositata e violenta reazione, sospendendolo per due settimane, levandogli la direzione dell’episodio e costringendo gli autori a non includere il personaggio di Aaron Hotchner nei due episodi in questione.

Gibson si è difeso dicendo di aver attaccato l’autore, in risposta al suo comportamento aggressivo e, in merito all’incidente, ha dichiarato a TMZ:
Abbiamo avuto una divergenza creativa sul set ed eravamo in disaccordo, mi dispiace per quanto accaduto, vogliamo tutti lavorare insieme come un team per creare il migliore show possibile, abbiamo sempre voluto farlo e sempre lo vorremo.

Criminal Minds tornerà negli Stati Uniti sulla CBS il 28 settembre con la dodicesima stagione.