Tutto quello che volevate sapere sulla reunion di Gilmore Girls

Il cast di "Una mamma per amica", riunito in occasione di un panel-evento, parla della serie e di un possibile film/sequel dello show

Evento attesissimo del ATX Television Festival, chiusosi domenica sera, è stato il panel di Gilmore Girls che ha visto riuniti insieme la creatrice della serie Amy Sherman-Palladino e gli attori Lauren Graham (Lorelai), Alexis Bledel (Rory), Danny Strong (Doyle), Jackson Douglas (Jackson), Jared Padalecki (Dean),John Cabrera (Brian), Keiko Agena (Lane), Kelly Bishop (Emily), Liz Torres (Miss Patty), Liza Weil (Paris), Matt Czuchry (Logan), Milo Ventimiglia (Jess), Scott Patterson (Luke), Todd Lowe (Zack) e Yanic Truesdale (Michel).

La fortunata serie della CW, andata in onda per sette stagioni dal 2000 al 2007, è stata recentemente al centro di molte voci circa una possibile riunione di tutti i protagonisti per un film/sequel dello show e, tra i tanti argomenti toccati durante il panel del Festival, la Sherman-Palladino ha anche parlato di questa possibilità, ma vediamo quali sono stati i tanti argomenti toccati durante questa riunione.

1. Arielle Kebbel (Lindsay) ha aperto il panel asserendo che Gilmore Girls è stata “la migliore piattaforma in assoluto” in cui imparare il mestiere di attrice.

2. La Sherman-Palladino ha rivelato di avere avuto l’idea per Gilmore Girls dopo aver deciso che non avrebbe mai più lavorato in televisione e che fu suo marito che le consigliò di scrivere qualcosa che le sarebbe piaciuto davvero fare. Ha anche raccontato che quello che sarebbe poi diventato Gilmore Girls è nato dopo l’ultimo incontro avuto con i vertici della CW e che al suo manager disse che non aveva idea al tempo come sarebbe stato uno show che parlava di una madre ed una figlia che vivevano in una piccola città e che è andata in vacanza per decidere i dettagli dello show e che una visita alla casa di Mark Twain l’ha aiutata a chiarirsi le idee.

3. La Graham, al tempo del pilot, lavorava per un altro show, ed inizialmente non poté fare il provino, ma ha rivelato di aver avuto una forte reazione dopo aver letto il copione e di aver avuto la sensazione di non poter sopportare che qualcun altro avesse la parte di Lorelai. L’attrice è stata scelta dopo la Bledel che al tempo faceva la modella per pagarsi la scuola di recitazione e che è stata mandata a fare il casting dello show proprio dalla sua agenzia. Quello per or Gilmore Girls è stati il quinto o sesto provino della sua vita e l’attrice ha ammesso di non avere idea cosa stesse facendo. “Ho ricevuto il copione ed ho capito immediatamente chi fosse quella persona,” ha aggiunto.

4. “Sono la regina delle scelte impossibili,” ha ammesso la Sherman-Palladino parlando della lunga e difficile strada percorsa per la scelta del personaggio di Rory. Il fatto che la Graham e la Bledel si assomigliassero è stata come una magia, ha proseguito la creatrice dello show ed ha aggiunto di aver sempre voluto Edward Herrmann per la parte di Richard. “F- per essere morto,” ha aggiunto in un momento di tenerezza, prima di ammettere quanto l’attore le manchi. “Normalmente gli studios ed il network ti creano molti più problemi per cose del genere, ma la Warner Bros. è stata d’accordo non appena ha ricevuto il copione, non ho nemmeno dovuto dare spiegazioni, Peter Roth, il presidente degli Studios, ha letto ed ha capito al volo.

5. “C’erano due Dean canadesi,” ha rivelato la Sherman-Palladino parlando del ruolo che poi è andato a Padalecki.

6. La prima scena che la Graham e la Bledel hanno girato era una in cui camminavano e parlavano e la Bledel, allora alle prime armi, ha ricordato che si fermava mai sui segni prestabiliti. La Graham ha ricordato di averla aiutata a postarsi dove avrebbe dovuto essere durante il pilot e questa cosa è stata una parte della loro istantanea chimica, ha aggiunto l’attrice, dicendo di aver aiutato la sua co-star a muoversi sul set nei primi episodi della serie.

7. “Abbiamo deciso collegialmente che lo faremo accadere,” ha detto la Bishop sulla possibilità di fare un seguito di Gilmore Girls.

8. I copioni erano di circa 85 pagine — che sono davvero molte per un dramma. “E le usavamo tutte, le sputavamo fuori” ha detto la Graham. La Sherman-Palladino aveva preparato una presentazione per il pilot di 64 pagine con una storia completa per dare al network un assaggio di ciò che sarebbe stata la serie. Il pilot vero e proprio era più corto di 15 pagine, ma hanno dvuto aggiungere delle scene al pilot perché, come ha rivelato, il netowrk “non mi aveva dato retta!

9. “Fin dal pilot ho capito che avremmo girato lo show, fin da quella scena dentro al diner,” ha detto la Sherman-Palladino ricordando in quale momento aveva capito che si sarebbe fatta la serie. “Il cuore di tutto, l’interazione…era quella la parte cruciale dello show.” Ha rivelato anche che la prima stagione è stata veramente difficile per la Graham e la Bledel dato che ancora non avevano costruito la città o scelto tutto il cast. “Erano praticamente in ogni maledetta scena per tutta la durata della prima stagione,” ha detto, ricordando fino a che punto le due attrici fossero esauste alla fine della stagione e di aver chiesto loro se c’era qualcosa che poteva fare per aiutarle. E così gli autori hanno preso l’impegno di cominciare ad usare il resto della città per aiutarle.

10. La Graham ha detto che la battuta più citata della serie è “Oy già quei baroncini.” La Sherman-Palladino harivelato di aver deciso che Lorelai usasse ogni tanto un vocabolario ebreo.

11. La Sherman-Palladino, sulla scomparsa Herrmann, ha detto che nessuno sapeva che fosse malato. “Ed è stato il primo a dire che sarebbe venuto a questo panel, ecco cosa rende tutto così assurdo. Era il più amorevole compagno di bevute al mondo, era il nostro Signor Presidente.” E poi è stata mostrata una clip sull’attore che ha cambiato l’atmosfera nella sala con molti “awwww” ed alcune risate per le scene selezionate.

12. Dopo la clip il palco è stato decorato con vari cartelli di Stars Hollow e poi è stato introdotto il resto del cast ed infine dalla Sherman-Palladino, che ha sottolineato che la sedia vuota sul palco era per Herrmann.

13. “Logan era un idiota!” ha detto Ventimiglia, seguito da una roboante reazione del pubblico, quando gli è stato chiesto cosa pensava fosse meglio per Rory. “Nessuno di voi era buono abbastanza per Rory,” ha aggiunto Patterson prendendo in giro Ventimiglia, Czuchry e Padalecki.

14. La Weil — che al momento recita in How to Get Away With Murder — aveva fatto il provino per il ruolo di Rory. “Sono entrata ed ho letto la parte di Rorypoi mi hanno chiamata e mi hanno detto gli ero piaciuta molto, ma che non ero adatta per la parte e che se lo show avesse avuto un seguito forse avrebbero trovato altro per me. Adesso lo vivo come un complimento e sono davvero grata per questa possibilità. Avrei dovuto essere in soli tre episodi, ma hanno continuato a scrivere il mio personaggio,” la Sherman-Palladino ha aggiunto che il ruolo di Jess era stato creato proprio per Ventimiglia che lei aveva visto in un altro pilot che poi non era stato scelto. “E’ una questione di istinto, vedere qualcuno e sapere di poter scrivere qualcosa per lui. Con Matt è successa la stessa cosa, sapevo di volere un fidanzato per Rory per il suo periodo al college e doveva essere la prima volta in cui Rory non otteneva l’attenzione del ragazzo in questione al primo colpo.” Czuchry ha aggiunto “un po’ da idioti!” Riferendosi al commento di Ventimiglia su Logan.

15. Strong, co-creatore del successo della Fox Empire, ha scherzato dicendo “Cookie (Taraji P. Henson) avrebbe messo tutti nei casini” anche sollo passegiando per Stars Hollow.

16. All’intero cast è stato chiesto cosa pensavano che il loro personaggio stesse facendo a tutt’oggi e la Weil ha dato la migliore risposta. “mi piace pensare che Paris e  Doyle siano ancora insieme,” ha detto, con Strong che ha concordato che sarebbero spostai e che Doyle avrebbe continuato a “pensare che chi lavorava per lui era un idiota.” Padalecki ha detto che pensava che “Dean fosse ormai il nuovo proprietario del Doose’s Market che adesso si chiama Dean’s Market.

17. “Adoro il fatto che Danny sia diventato la voce dei neri americani,” ha detto la Sherman-Palladino parlando di Empire The Butler di Strong.

18. “Ho sempre saputo che direzione stavamo prendendo, ma gli show hanno una loro vita ed a volte ti sorprendono. Ho lasciato così che mi portasse dove voleva. Lo show mi ha dato molto e ho avuto la possibilità di lavorare con delle persone fantastiche,” ha detto la Sherman-Palladino dopo che le è stato chiesto se sapeva già all’inizio della serie, come sarebbe finita.

19. “Non stavamo cercando di fare alcun tipo di dichiarazione, ma dimostrare semplicemente chi lei fosse” ha detto la Sherman-Palladino sul modo in cui Rory ha perso la verginità. Ha scherzato sul fatto che gli Studios ed il network erano arrivati ad un punto in cui entrambi volevano che questa cosa accadesse. “Volevo che accadesse con Dean e volevo che in quel momento non stessero insieme,” ha spiegato, sottolineando che voleva che il personaggio avesse questo fantastico ideale di primo fidanzato.

20. As for how Lorelai’s story ended, Graham didn’t hold back. “It didn’t for me end in a great way. We weren’t sure it was the end; we didn’t have Amy. I can’t answer it because it didn’t really end; it didn’t resolve satisfactorily,” Graham said, adding of Luke and Lorelai: “I think they are together — 100 percent.” She later added that she thinks “they probably did” get married.

21. La Sherman-Palladino ha detto di non aver guardato tutta la settima stagione ed ha confessato “è stato difficile per me non essere lì alla fine.” la creatrice è uscita dalla serie alla fine della sesta stagione dopo che la trattativa per il rinnovo del suo contratto con la Warner Bros. Television è andata male.

22. Come aveva già rivelato in precedenza la Sherman-Palladino ha detto che — chi sta lavorando adesso ad un pilot per Amazon e ad un musical — aveva rifiutato di rivelare le ultime quattro parole che lei aveva in mente per il finale di serie. “E mantengo ancora il segreto, perché nella mia testa le dirò solo sul letto di morte, come Rosebud,” ha spiegato. La Graham ha aggiunto che nemmeno lei voleva saperle, almeno che non dovesse essere lei a dirle o che doveva essere lei quella a cui venivano dette. “Altrimenti mi dispiacerebbe sapere che riguardava qualcosa di cui io non dovevo fare parte.

23. “Penso sia ora, giusto?” ha detto Patterson parlando di un film sequel per Gilmore Girls nche se la Sherman-Palladino ha rivelato. “Mi dispiace, ma al momento  non stiamo lavorando su nulla. ma questa è la cosa buona: nessuno qui si odia, il che è un passo importante. Dovrebbe essere la cosa giusta, il giusto format, il giusto copione, il giusto budget, ed in un certo senso dovrebbe essere onorato. se davvero accadesse, penso che noi tutti vi imbarcheremmo nell’impresa.” E tutto il cast ha annuito. Per quanto concerne il format, la Sherman-Palladino ha detto che non sapeva cosa dire “perché non è una cosa reale,” ma ha promesso che se lo fosse diventato “lo faremmo nella maniera giusta.