Una mamma per amica: Amy Sherman-Palladino parla della nuova stagione

Del cast originale di Gilmore Girls è stato per ora confermato il ritorno di Lorelei, Rory, Luke, Emily, Lane, Kirk, Paris e Logan

Le riprese dell’ottava stagione di Una mamma per amica (Gilmore Girls) sono ormai cominciate e dal set spuntano le prime indiscrezioni, oltre ad allungarsi la lista dei vecchi protagonisti dello show che torneranno sullo schermo in questa ultima stagione, come – per esempio – Yanic Truesdale, che tornerà a vestire i panni di Michel Gerard, assistente/amico di Lorelai nella sua locanda.

Oltre al suo, è stato annunciato il ritorno di altri personaggi molto amati, senza i quali la serie non sarebbe stata la stessa, come per esempio Liza Weil, la mitica Paris e Matt Czuchry, che interpretava Logan Huntzberger, l’ultimo fidanzato di Rory. Per quanto concerne invece uno dei personaggi più attesi, la Sookie di Melissa McCarthy, sembra purtroppo che sarà difficile vederla tornare sullo schermo insieme ai suoi ex compagni di avventura, quando lei stessa ha scritto in un tweet “grazie per l’invito, ma purtroppo nessuno ha chiesto a me o a Sookie di tornare a Stars Hollow. Auguro a tutti il meglio!!

Al party non poteva mancare nemmeno Sean Gunn, il mitico e strano Kirk, che ha cinguettato per festeggiare il ritorno della serie con un’immagine spassosissima.

Argomenti correlati: Loren Graham parla del ritorno di Gilmore Girls.

Per sapere invece qualche succosa anticipazione sulla nuova stagione, vi rimandiamo a questa interessante intervista di TVLine con la showrunner Amy Sherman-Palladino.

Cosa ci puoi dire circa il ruolo che l’assenza di Richard giocherà in questi 4 episodi?
Quando la serie era iniziata, abbiamo visto una che Lorelai con una vita tranquilla, a cui però accade qualcosa che la spinge a rivolgersi ai suoi genitori, cosa che di fatto darà il via ad una nuova esistenza. Rory lasciava il suo ambiente protetto ed abituale per andare in una nuova scuola con un gruppo di ragazzi molto diversi. Si innamorava per la prima volta e cominciava a cambiare. E con una Emily che cercava di affrontare il fatto che sua figlia e sua nipote non facessero parte della sua vita, fino ad avere l’opportunità di obbligarle a farne parte. Quindi anche la sua vita stava cambiando. Quindi il pilot cominciava in un momento in cui la vita di questa tre donne cambiava. E sentivamo che questo fosse il punto in cui riprendere questo revival. E’ ormai passato del tempo e le incontriamo di nuovo e scopriamo cosa è successo loro, ma – più di ogni alta cosa – vedremo che la vita di tutte e tre è cambiata di nuovo. E per Emily, questo cambiamento è dettato dalla morte di Richard. Cosa significa? Cosa significa per tutte tre? Una tragedia come questa fa riflettere e chiedersi “A che punto sono? Dove sto andando? Che sto facendo?” Perché fa parte del nostro essere mortali. Qualcosa che amavano se n’è andato, il che significa che le cose che amiamo non staranno con noi per sempre e non possiamo prenderle per scontate.
La casa dei Gilmore, quella dove Richard ed Emily hanno vissuto, è ancora lì. E’ uno dei set per i quali mi sto maggiormente preparando. Perché la casa di Lorelai nonc i sarà più, come il Dragonfly e Stars Hollow, fino a poco tempo fa è stato il set di Grease e cominceremo a farlo tornare come prima a breve. Ma è entrando nel set di casa Gilmore che le cose cominceranno a farsi diverse, perché manca un pezzo che aleggia sopra di noi mentre lavoriamo. E naturalmente la storia parlerà di dove queste signore sono e dove arriveranno.

Gli eventi della stagione 7 saranno presi in considerazione?
Beh, non avranno certo perso tutti la memoria. La cosa buona della settima stagione è che non mi ha levato alcuni elementi della storia di cui volevo veramente occuparmi. Quindi dobbiamo riprendere da quel punto. Abbiamo chiesto ai nostri fan più scatenati della serie e abbiamo rivisto ogni momento per rivedere cosa fosse successo ed io ho visto alcuni parti, ma lo scopo principale non era certo quello di prendere solo alcune cose con lo scopo di mostrare ciò di cui la settima stagione ci aveva privato. Non lo avrei mai fatto, non volevo dire ai fan che hanno seguito l’ultima stagione che avevano perso tempo e che dovevano ignorare tutto. Quindi abbiamo ricominciato da dove avevamo lasciato. Fortunatamente non siam ostati privati degli elementi che davvero volevamo mettere in gioco, né questi sono stati distrutti da ciò che è stato fatto nella settima stagione. Quindi tutto è filato liscio.

Parliamo degli uomini di Rory, di chi tornerà e chi non tornerà…
Ancora non sono stati firmati tutti i contratti [N.D.T: L’intervista è stata rilasciata prima dell’annuncio del ritorno di Logan]. [Ride] Anche se cominciamo a girare domani. Ecco perché mi sento così vecchia. Posso solo dire che… mi sento vecchia. Ovviamente noi vogliamo far tornare il maggior numero di persone possibili, abbiamo anche dovuto rinunciare a certe idee, perché – apparentemente – ci sono ancora dei problemi di budget a Hollywood, cosa che non capisco. Io ho una storia da raccontare e qualcuno dovrebbe limitarsi a pagare per farmela dire! [Ride] A quanto pare non funziona così ed è irritante, quindi alcune idee, che riguardano uno dei ragazzi, sono state scartate. Stiamo ancora concludendo i contratti e vogliamo decisamente rivedere tutti e abbiamo molte idee, ho solo bisogno che mi si dica chi si presenterà sul set.

Rory sarà single quando riprenderemo?
E’…. single nel senso che non è sposata. Ma sta frequentando un giovane uomo con il volto che vedrete.

Sai se Netflix rilascerà tutti e 4 gli episodi da 90 minuti insieme o meno? Tu hai delle preferenze?
Io preferirei che non li rilasciassero tutti assieme, perché credo ci sarebbe più aspettativa e credo che i fan più appassionati li apprezzerebbero maggiormente con un po’ di separazione l’uno dall’altro. E poi l’ultima cosa che vorrei è che qualcuno andasse direttamente all’ultimo episodio e rovinasse la sorpresa a tutti gli altri, cosa che credo accadrebbe, molto francamente, in un’era in cui si fa bing-watching. Quindi preferirei venissero riasciati uno alla volta. Per lasciare alle persone un’idea su cosa ci sarà poi dietro l’angolo. Non abbiamo ancora parlato con Netflix, quindi non so cosa ne pensino, ma vogliamo chiederglielo.

Siete su Netflix adesso, il che significa che potete dire le parolacce. Sentiremo Emily dire la parola con la F?
Ne stiamo ancora parlando. [Ride] La cosa strana di Gilmore è che… questa serie ha un suo linguaggio. E se qualcuno tradisce questo linguaggio le cose diventano strane. Abbiamo scritto un paio di battute in cui c’erano delle parolacce e ci sono sembrate strane, quindi stiamo cercando di trovare il giusto equilibrio. In realtà non avevamo questo problema con la serie. E’ come quando vedi una serie di spacciatori sulla ABC e questi se ne escono con un “Ehi, amico, accidenti a te!” e tu pensi “Cosa???” Devi usare un linguaggio appropriato alla situazione, ci sono circostanze in cui devi usare il linguaggio appropriato per la storia che stai raccontando e onestamente noi non abbiamo mai sentito questa necessità. Non abbiamo mai avuto bisogno che Taylor se ne uscisse con una serie di improperi. Il nostro linguaggio è più vicino a quello della Hepburn o di Tracy che a uno pieno di parolacce.