Tutto quello che volevate sapere sulla nuova serie di Netflix, Daredevil

Al New York Comic Con è stata presentata ufficialmente la nuova serie della Marvel Daredevil

Come vi avevamo già anticipato la Marvel stava sviluppando un progetto per una serie dedicata a Daredevil ed in occasione del New York Comic Con il progetto è stato ufficialmente presentato durante un affollatissimo panel. Lo show sarà trasmesso dal prossimo anno su Netflix con Charlie Cox di Boardwalk Empire come protagonista nel ruolo di Matt Murdock, l’avvocato/supereroe non vedente, qui di seguito riassumiamo per voi quanto detto su questa questa nuova serie.

DaredevilCharlie-Cox-Matt-Murdock

Due anni fa, quando la 20th Century Fox possedeva i diritti per produrre un film su Daredevil, Jeph Loeb – moderatore del panel – ha raccontato di aver ricevuto una telefonata da Joe Quesada, responsabile creativo della Marvel, che gli annunciava di aver trovato il nuovo Matt Murdock. Quando i diritti sono tornati agli Studios la prima scelta di Quesada, Charlie Cox, si è aggiudicato il ruolo del protagonista dello show.

Sul palco era presente l’intero cast ad eccezione di Rosario Dawson, il cui ruolo, tenuto inizialmente segreto, è stato finalmente rivelato. La star di Sin City sarà Claire Temple, che aiuterà Matt Murdock/Daredevil e che potrebbe anche vestire i panni di una eroina della Marvel. Loeb l’ha descritta come “un’infermiera che lavora di notte,” lasciando appunto intendere che potrebbe diventare l’Infermiera Notturna. La presenza di Claire Temple nella serie è  stata accolta come una sorpresa, dato che il personaggio è normalmente associato a Luke Cage, alias Power Man, un altro personaggio per cui Netflix sta sviluppando una serie a se stante.

Con l’eccezione di Loki, molti fan della Marvel si sono spesso lamentati per la mitezza dei cattivi portati sullo schermo in questi ultimi anni e gli Studios hanno risposto a queste obiezioni con l’introduzione in Daredevil di Wilson Fisk, alias  Kingpin interpretato da Vincent D’Onofrio. In una clip mostrata in esclusiva durante il panel si vede Fisk incontrare la sua compagna, la proprietaria di una galleria d’arte, di nome Vanessa (Ayelet Zurer, la madre di Superman in Man of Steel), l’uomo con la sua imponente figura, completamente vestito di nero, la attende vicino ad un quadro bianco molto minimalista e dà alla scena un grande impatto pronunciando solo poche parole. Quando Vanessa, avvicinandoglisi, gli dice che il prezzo del quadro è dettato dalle emozioni che trasmette all’acquirente lui ribatte che lo fa sentire solo.
Per ottenere il ruolo di Foggy Nelson, socio e migliore amico di Murdock, Eldon Henson ha dovuto registrare il suo provino con uno smartphone inviandolo dal set di The Hunger Games: Mockingjay, in cui interpreta Pollux e lo showrunner Steven S. DeKnight ha racconato che Toby Moore si è aggiudicato il ruolo del braccio destro di Wesley sbucando fuori all’improvviso. Ma un premio speciale per l’impegno va a Deborah Ann Wohl di True Blood, che interpreta il ruolo di  Karen Page, l’interesse amoroso di Murdock. L’attrice ha lasciato il set della HBO alle 4 di mattina di martedì ed ha cominciato a girare Daredevil il giovedì. Nel cast ci sono anche Vondie Curtis-Hall nel ruolo del giornalista Ben Urich e Bob Gunton nel ruolo di Leon Owlsly, alias Owl.

Durante il panel si è parlato molto della morale ambigua descritta nella show, specialmente per quanto concerne Murdock e Fisk. DeKnight ha spiegato che ci saranno momenti in cui il pubblico non sarà nemmeno sicuro di chi prendere le parti ed ha aggiunto che “non ci sono eroi o cattivi, ma solo persone che fanno scelte diverse.
In una seconda clip è stata mostrata la prima scena di lotta di Daredevil, quando qualcuno irrompe nell’apparterremo di Karen Page per ucciderla lui compare, vestito completamente di nero, con una maschera che gli copre metà del volto, e dà il via ad uno scontro brutale che finisce sulla strada. Nella scena si notano i sensi iper-sviluppati di Murdock quando l’uomo sente il clangore di una catena vicino a lui che sbatte contro una superficie di metallo e che userà come arma. La sequenza, interrotta da un flashback di un litigio tra Murdock e suo padre, è veramente ben congegnata, ma incredibilmente brutale. Il protagonista ed il suo assalitore si scagliano l’ uno sull’altro con una furia fatta di pugni e fendenti di un coltello, il tutto calato in una pesante oscurità e bagnato da una intensa pioggia. La scena è molto violenta rispetto agli standard della Marvel, ma questo sembra essere esattamente lo scopo che si vuole raggiungere. Charlie Cox ha infatti descritto Daredevil come “un personaggio pensato per un pubblico più maturo” e Netflix ha dato al team creativo la libertà di fare un prodotto del genere senza protestare o allontanare nessuno dalla produzione. Sempre Cox ha dichiarato che “gli episodi con i finali a sorpresa sono sterili, noi vogliamo descrivere delle storie più reali e sembrerà di guardare un film della durata di 13 ore.” Ovviamente inteso come una cosa positiva.

In un’altra clip si vede infine Claire Temple ricucire una profonda ferita sul fianco di Murdock dopo che lei lo trova dentro una fogna e mostra il lato più leggero ed umoristico dello show, che sarà sicuramente il benvenuto tenuto conto del suo passo piuttosto oscuro.

Loeb ed il cast non hanno commentato quando gli è stato domandato se la serie di Netflix farà riferimenti ai film della Marvel o alla serie della ABC Agents of S.H.I.E.L.D. ma quando dal pubblico hanno domandato se l’Agente Phil Coulson avrà un qualsiasi impatto nel mondo di Daredevil, Loeb ha risposto “è tutto connesso, amico” quindi c’è da aspettarsi che possa spuntare un crossover tra le serie.