0 Shares 34 Views
00:00:00
16 Dec

Ophelia, l’uragano che si dirige verso l’Europa

La Redazione - 12 ottobre 2017
La Redazione
12 ottobre 2017
34 Views
Ophelia, l'uragano che si dirige verso l’Europa

La tempesta tropicale Ophelia desta grandi preoccupazioni per le coste spagnole e portoghesi. Infatti, trasformatasi in un uragano, potrebbe arrivare lunedì in Europa, secondo l’allarme lanciato dal National Hurricane Center di Miami.

Viaggia ad una velocità di circa 100 km orari e per il momento rientra nella categoria 1, quindi non è al massimo della distruttività ma potrebbe cagionare ingenti danni. Secondo gli esperti l’uragano ha deviato la sua consueta rotta verso i Caraibi e mira a nord-est. Se non ritorna sul suo percorso originario nel fine settimana o entro lunedì potrebbe giungere sulle coste atlantiche di Spagna, Portogallo e Gran Bretagna. La più colpita potrebbe essere soprattutto quest’ultima. La tempesta è stata monitorata via satellite e via via si cerca di capire il percorso che farà.

La Spagna, in epoche passate, ha visto il suo territorio invaso da due tempeste tropicali verificatesi nel 1842 e recentemente nel 2005 quando l’uragano Vince si placò poco prima di arrivare sulle sue coste. L’allerta è stata lanciata dal centro di Miami, uno tra i più autorevoli al mondo e subito ha destato grande preoccupazione soprattutto per le popolazioni che abitano lungo la costa. La loro speranza risiede nel fatto che Ophelia cambi la rotta e ritorni a seguire il suo percorso.

In questo momento la tempesta si trova al centro dell’Oceano, a 1200 km dalla Azzorre e si muove per 7 km orari. Secondo alcuni esperti la sua forza si sta intensificando dato che già si parla di uragano. Ophelia è solo l’ultima delle 15 tempeste che hanno colpito le zone tropicali nel 2017 ed è la decima che si trasforma in un uragano. Si tratta di un vero e proprio record superando quello del 1893, stando agli studi di un noto professore della Colorado State University, Phil Klotzbach.

Per ora Ophelia non ha causato gravi danni a cose o persone però desta comunque grande preoccupazione ed è sempre sotto osservazione. Ciò che fa riflettere è anche i motivi che hanno spinto quest’uragano verso l’Europa dato che si tratta di una situazione anomala. Una spiegazione plausibile può essere quella del cambiamento della temperatura a livello globale dove quella zona dell’oceano è diventata più calda negli ultimi anni. Se questo fosse vero si aprono scenari per il Vecchio Continente che potrebbero turbare la quiete e il clima mite e tranquillo che si è sempre avuto in questi territori.

[Foto: www.lastampa.it]

Loading...

Vi consigliamo anche