Previsioni meteo, ancora sorprese per la fine di dicembre

Come sarà il tempo a fine anno? Neve e gelo ci accompagneranno fino a gennaio, oppure con l'alta pressione avremo tempo mite ma tanto smog?

Ci stiamo preparando, psicologicamente oltre che con piumini e sciarpe, a quello che si pare sia il periodo più freddo dell’anno. Ma quello che per alcuni alcoli matematici porta a determinate previsioni meteo, ad altri appare tutt’altro. Se infatti alcuni esperti avevano anticipato un fenomeno nevoso entro la fine di dicembre, simile – secondo alcuni articoli – alla nevicata storica del 1985, per altri non è del tutto vero e ne nasce un curioso dibattito in merito anche in rete.

IlMeteo.it  pur negando a fine anno neve e gelo, assicura sul sito che “una svolta, tuttavia, potrebbe avvenire proprio tra San Silvestro e la prima settimana di Gennaio” e anticipa per allora venti gelidi artici o provenienti dalle steppe siberiane. Ma non tutti sono d’accordo: esperti di altra opinione non prevedono città imbiancate per almeno altre 4 settimane, bensì temperature più miti. Fine anno dunque senza neve record, gelo o calo drastico delle temperature sull’Italia?

A smentire categoricamente ogni previsione glaciale è 3BMeteo (aveva tra l’altro anticipato ad ottobre alta pressione fuori gli standard comuni per la fine dell’anno) che assicura, contro ogni recente aspettativa, ci sarà invece “…una situazione fortemente anomala, siccitosa, negativa e che difficilmente si sbloccherà prima di Gennaio.” 

E dunque, entro fine anno niente correnti artiche dal Nord, ma bensì anomalo il caldo sulla nostra Penisola e soprattutto anche poco salutare di questi tempi?
Quello che è certo è che meno freddo e dunque meno piogge e meno nevicate non fanno che aumentare i livelli di smog nell’aria delle nostre città (costringendoci a misure di contenimento sul traffico di questi giorni) seppur significhi almeno in parte un risparmio sulla bolletta del gas per il riscaldamento delle nostre case.

E sul caso-meteo di questi giorni, con un clima ormai impazzito e la matematica che (non) è un’opinione, non resta che aspettare.

[foto: Ilreporter.it]