Gli 80 euro in busta paga: quanto durano?

Milioni di cittadini hanno visto da ieri arrivare in busta paga gli 80 euro promessi da Renzi, ma quanto durerà?

Finalmente sono arrivati, gli 80 euro promessi dal presidente del Consiglio Renzi hanno fatto il loro ingresso nella busta paga di molti italiani.

Dileggiati, sbeffeggiati e a volte osteggiati sono andati zitti zitti a rimpinguare le tasche di tutti quei lavoratori dipendenti che, annualmente, hanno uno stipendio che rimane entro le 24mila euro.

Niente male per chi fatica a far tornare i conti, anche se, c’è da dirselo, 80 euro non cambiano la vita a nessuno: forse messe insieme utilizzate per fare delle politiche di più ampio respiro avrebbero fruttato di più. Forse, sì, perché vallo a spiegare a partite Iva, incapienti e disoccupati che di queste 80 euro non hanno visto nemmeno l’ombra. I soldi per tutti Renzi non ce l’aveva e ha deciso di privilegiare almeno per il momento i lavoratori dipendenti, e chi, in sostanza, il lavoro ce l’ha.

Queste categorie però non devono perdere la speranza (speriamo) una circolare dell’Agenzia delle Entrate ha rassicurato tutti dicendo che il bonus in busta paga andrà assicurato anche a cassintegrati o disoccupati, ai lavoratori in mobilità, e ai percettori di indennità Aspi. Soldi e coperture però al momento non sono dati. Per questa prima tranche, i soldi per questo piccolo incremento in busta paga Renzi li ha presi dalla lotta all’evasione fiscale, dalla spending review.

Altri soldi arrivano solo nel prossimo mese di dicembre dall’incremento della tassa sulle rendite finanziarie dal 20% al 26%. Al momento però, il decreto Irpef non va oltre la fine del 2014.

Dopo aver festeggiato il grande successo elettorale il presidente del Consiglio dovrà ingegnarsi dunque a risolvere e mantenere una serie di promesse fatte, una su tutte il miglioramento della busta paga di milioni di italiani.

Se riuscisse poi a far trovare una busta paga anche a quegli altri milioni che non ne hanno nemmeno una, questo poi, sarebbe meraviglioso, altro che gli 80 euro di bonus previsti dal decreto Irpef.

[foto: news.you-ng]