0 Shares 13 Views
00:00:00
17 Dec

Badanti addio: saranno sostituite da robot

LaRedazione - 28 febbraio 2014
LaRedazione
28 febbraio 2014
13 Views
Badanti addio: saranno sostituite da robot

Pare che in un futuro non troppo lontano le badanti saranno sostituite nelle loro mansioni dai robot.

Le badanti, quelle persone che affiancano i nostri cari non autosufficienti e che entrano a far parte integrante del nostro nucleo familiare, sembra proprio che verranno sostitute nientedimeno che da robot !
Se vi può apparire strano che una macchina possa riuscire a sostituire tutte le mansioni di una persona, non meravigliatevi perchè da Pisa arriva la notizia che in un futuro neanche tanto lontano, dei robot espleteranno tutte le funzioni di una persona che accudisce.

Nel 2015 infatti è prevista una sperimentazione a cui si sottopporanno degli anziani volontari che si lasceranno accudire e coccolare (si fa per dire) da un robot magari con le fattezze umane.
Ovviamente questa sperimentazione così particolare avverrà sotto la super visione di ricercatori competenti che avranno il compito di annotare qualsiasi disguido avvenga durante le fasi di sviluppo.

Questo progetto che prende il nome di “Robot Era” è stato organizzato dall’Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa.
Il progetto che si rivela fin da subito molto interessante ed intrigante verrà impostato in tre diversi contesti sociali e cioè condominiali, domestici ed esterni.

In pratica, se il progetto dovesse avere un buon fine, avremo a disposizione non solamente un robot che si occuperà delle persone ammalate tra le mura residenziali ma anche di robot che saranno in grado di uscire per strada e svolgere le comuni attività che generalmente sono svolte da persone fisiche.
Per quanto riguarda invece il servizio condominiale, il robot sarebbe in grado di effettuare servizi di portierato nell’ ingresso di un condominio, smistando la posta o andando a buttare la spazzatura.

Lo scorso 27 Febbraio c’è stato un open day in cui è stato dimostrato da alcune imprese che s’intendono del campo robotico, che è possibile che dei macchinari interagiscano con gli esseri umani alla pari di un essere umano.
Nel progetto di sperimentazione è stata coinvolta anche la “Neurocare” di Pisa, un’associazione formata da anziani autosufficienti che si sono prestati, senza timore, alle cure dei robot per consentire alla tecnologia di queste aziende di proseguire senza intoppi nelle fasi programmate dagli esperti del settore.

C’è da dire che gli anziani che si sono sottoposti all’esperimento, sono rimasti soddisfatti dalle prestazione delle badanti-robot che oltretutto come promettono i ricercatori, effettueranno lavori di alta responsabilità come per esempio seguire la terapia farmacologica alla persona affidata.

Anche se tutto ciò sembra una cosa irrealizzabile, le aziende che si stanno interessando a questo progetto così ambizioso, sono convinte che presto, dovremmo dire addio alle badanti in quanto verranno sostituite dalla tecnologia dei robot.

Loading...

Vi consigliamo anche